Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Battezzata la divisione e-Health

20 Dic 2010

everis, multinazionale della consulenza IT, ha costituito everis
Health, nuova divisione della società dedicata alla consulenza e
alle soluzioni informatiche per il mondo della sanità.
everis Health offrirà servizi e soluzioni ad hoc ad aziende
sanitarie di tutte le dimensioni appartenenti sia al pubblico che
al privato, accompagnandole lungo il percorso
dell’innovazione.

La nuova divisione, in virtù dell’alleanza strategica con
Sysline, commercializzerà la piattaforma sanitaria ospedaliera
HOpera in Italia e in tutti i paesi dell’America Latina, dove
everis vanta una posizione di leadership.

“Ci focalizzeremo soprattutto su servizi di consulenza legati
alla telemedicina applicata a qualsiasi tipo di patologia, ma anche
su soluzioni che permettono di migliorare l’interoperabilità tra
i differenti attori del settore e i diversi livelli assistenziali,
senza dimenticare l’importanza di mettere il paziente sempre al
centro delle informazioni relative alla propria salu. Il nostro è
un progetto molto ambizioso. Ci proponiamo di triplicare il
fatturato della divisione everis Health nel corso dei prossimi 3
anni, in linea con i ritmi di crescita delle altre nostre linee di
business”, ha dichiarato Felix Bonmati, Presidente di everis
Italia.

“Ad oggi, d'altra parte, in conclusione della prima metà del
nostro anno fiscale, everis Italia ha registrato complessivamente
un incremento di fatturato su base annua pari a quasi il 42% in
Italia, in netta controtendenza rispetto alla congiuntura economica
negativa e con un mercato IT in contrazione”, ha aggiunto
Bonmati.

everis ha fatto registrare numeri in decisa crescita sia in Italia
che nel mondo, nella prima metà dell’anno fiscale in corso, che
si chiuderà a marzo 2011. Più precisamente, il fatturato della
filiale italiana ha avuto un incremento del 42% passando da 6,5M€
a 9,5M€ su base semestrale, che porterebbe l’azienda a chiudere
con un giro d’affari di circa 20M€ (proiezione). Nel mondo
l’azienda è cresciuta del 29% fino a raggiungere quota 215M di
euro nei primi sei mesi, oltre 450M€ proiettati sull’intero
anno fiscale.