Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

SPAZIO

Beidou, la Cina apre alla telefonia mobile satellitare

In cantiere la promozione per uso civile del sistema Bds. Prevista una costellazione di oltre 30 satelliti entro il 2020

04 Apr 2013

L.M.

La Cina sta promuovendo l’uso civile del Sistema Satellitare di Navigazione Beidou (Bds), nato a scopi militari, con l’intenzione di renderlo accessibile sui cellulari: lo riferisce l’agenzia ufficiale “Xinhuanet” citando Yang Qiangwen, scienziato del China Satellite Navigation Office.

Il Paese asiatico ha lanciato nel 2000 il primo satellite per il Bds e una versione preliminare del sistema era stata usata in via sperimentale per il controllo del traffico (previsioni meteorologiche e attività di soccorso in caso di disastri) a partire dal 2003.

Il sistema Beidou ha iniziato a fornire servizi a utenti civili nella regione dell’Asia-Pacifico dal 27 dicembre 2012. Alla fine dell’anno scorso contava oltre 130.000 utenti tra militari e civili.

Lo scienziato Qiangwen ha spiegato che la Cina sta perseguendo una policy favorevole e investimenti per promuovere questa tecnologia per uso pubblico e “non passerà molto tempo prima che la telefonia mobile adotti il sistema Beidou”.

Il Bds punta a coprire il pianeta con una costellazione di oltre 30 satelliti entro il 2020.