Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Business intelligence, mercato in volata

Gartner: il giro d’affari mondiale è aumentato del 13,4% nel 2010 grazie agli incentivi gorvernativi e al lancio di nuove soluzioni. Sap in pole position

20 Apr 2011

Vale 10,5 miliardi di dollari nel 2010 il mercato mondiale delle
piattaforme di business intelligence (BI), applicazioni analitiche
e software di performance management (PM), pari a un incremento del
13,4% rispetto al 2009, quando le revenues si erano fermate a 9,3
miliardi, secondo l’ultimo report di Gartner.

“Nel 2010, la ripresa globale innescata dagli incentivi
governativi e dal generale miglioramento macro-economico, unita al
rilascio di nuovi prodotti, ha contribuito all’aumento della
spesa in BI”, spiega Dan Sommer, principal research analyst di
Gartner. “La spesa in BI supera di gran lunga la crescita
complessiva del budget It da sette anni ed è chiaro che la
business intelligence continua ad essere una tecnologia al centro
delle iniziative It delle aziende”.

I quattro maggiori vendor presenti su tutti e tre i segmenti della
business intelligence (BI, analytics e software PM) sono Sap,
Oracle, Ibm e Microsoft: controllano, complessivamente, il 59%
dello share. Nei segmenti delle piattaforme BI e delle suite Cpm,
queste quattro aziende hanno quasi i due terzi della quota di
mercato, mentre nelle applicazioni di analytic, Sas è la leader
assoluta. Ma, secondo Gartner, gli utenti business non danno tanta
importanza al vendor da cui comprano la soluzione, quanto alla
funzionalità e usabilità degli strumenti che acquistano.

Con un fatturato di 2,4 miliardi di dollari e uno share di mercato
del 22,9% Sap guida il mercato complessivo della BI ed è cresciuta
del 16,8% rispetto al 2009. Seconda è Oracle con entrate di 1,6
miliardi, uno share del 15,6% e una crescita del 21,9% rispetto al
2009. Sas è terza, con revenues di oltre 1,3 miliardi di dollari,
in aumento del 4,7%, e share del 13,2%. Ibm, con entrate di 1,2
miliardi, e una quota di mercato dell’11,6% nel 2010, è
cresciuta del 7,6%; meglio di tutti ha fatto Microsoft, che ha
visto salire le revenues del 23,6% a 913 milioni, per uno share
dell’8,7%.

Tutti e tre i segmenti della BI registrano ottimi tassi di crescita
nel 2010, rileva ancora Gartner: +12,6% per le piattaforme BI
(revenues di 6,7 miliardi di dollari nel 2010); +12,8% per le suite
Cpm (che hanno prodotto entrate per 2,1 miliardi); +17,7% per le
applicazioni analitiche e di Performance management (1,6 miliardi
di revenues nel 2010).

La crisi del 2009 ha indotto molte aziende a congelare i grandi
progetti strategici, nota Gartner, e a concentrarsi su piccoli
acquisti “tattici”, che hanno significato per i vendor accordi
di dimensioni più ridotte a vantaggio dell’open source e dei
vendor di strumenti di data discovery. Anche se il trend verso
progetti di portata più limitata è proseguito nel 2010, l’anno
scorso sono ripartiti anche alcuni grandi progetti strategici
rimandati nel 2009, dando una spinta importante ai vendor capaci di
gestire i progetti di notevoli dimensioni.

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link