Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

CA, brilla il primo trimestre 2012

Fatturato a 1,163 miliardi di dollari (+4%) e profitti in crescita del 7%. Il Ceo McCracken: “Spingiamo su cloud e virtualizzazione”

21 Lug 2011

Crescono gli utili e i ricavi di CA. Nel primo trimestre 2012 la
società ha registrato un fatturato di 1,163 miliardi di dollari,
con un aumento del 4% al netto delle variazioni sul cambio e del 9%
come valore dichiarato. L’utile Gaap è cresciuto del 7% (pari a
0,45 dollari) al netto delle variazioni sul cambio e del 5% su base
dichiarata mentre quello non-Gaap del 23% (0,55 dollari) al netto
delle variazioni sul cambio e del 22% come valore dichiarato.

"L’esercizio 2012 è partito molto bene – commenta il Ceo
Bill McCracken – I risultati del primo trimestre denotano migliori
efficienze operative, rispecchiatesi in un miglioramento del
margine operativo Non-Gaap e in una crescita a doppia cifra
dell’Eps Non-Gaap. Abbiamo continuato ad arricchire l’offerta
di prodotti e servizi con l’acquisizione di Base Technologies,
società privata di consulenza specializzata nella gestione delle
risorse IT, e con l’accordo per l’acquisizione di Interactive
TKO, importante azienda fornitrice di soluzioni per la simulazione
di servizi di sviluppo applicativo in ambienti compositi e cloud
prosegue. Abbiamo anche tenuto fede alla promessa di remunerare gli
azionisti, riacquistando azioni ordinarie per un valore di 150
milioni di dollari nel corso del trimestre e distribuendo ben 25
milioni di dollari di dividendi, con un aumento del 25 per
cento”.

"I clienti ci dicono che ormai è l’IT lo strumento
principale per adattare l’attività aziendale alle richieste
dinamiche del mercato ed essere più concorrenziali. A questa
evoluzione contribuiscono la virtualizzazione, le implementazioni
su cloud e le applicazioni SaaS che permettono di cambiare modello
di business nel giro di pochi giorni o settimane, anziché mesi o
anni. Pur aumentando la flessibilità, queste tecnologie possono
anche apportare una notevole complessità gestionale – conclude
McCracken – Diciotto mesi fa abbiamo identificato questa evoluzione
su cui abbiamo fondato la nostra strategia. Crediamo che la solida
esperienza e la nostra forza nella gestione tradizionale e nella
sicurezza dell’IT, assieme agli ingenti investimenti di
potenziamento del portfolio, ci consentiranno di diventare
un’azienda di riferimento per il settore informatico".

I ricavi del segmento Mainframe Solutions hanno totalizzato 646
milioni di dollari, con un aumento dell’1% al netto delle
fluttuazioni valutarie e del 5% come valore dichiarato. Le spese
complessive sono state pari a 276 milioni di dollari, mentre
l’utile operativo ha raggiunto quota 370 milioni di dollari. Il
margine operativo si è attestato sul 57%, rispetto al 54%
dell’anno precedente.

Il fatturato dell’Enterprise Solutions hanno totalizzato 427
milioni di dollari, con un aumento del 9% al netto delle
fluttuazioni valutarie e del 14% su base dichiarata. Le spese
complessive sono state pari a 382 milioni di dollari, mentre
l’utile operativo ha totalizzato 45 milioni di dollari. Il
margine operativo si è attestato sull’11%, rispetto al 7%
dell’anno precedente.

Infine i Services che hanno raggiunto quota 90 milioni di dollari,
con un aumento del 9% al netto delle variazioni sui cambi e del 15%
come valore dichiarato. Le spese complessive sono state pari a 88
milioni di dollari, mentre l’utile operativo è stato di 2
milioni di dollari. Il margine operativo è stato pari al 2%,
diminuito rispetto al 5% dell’esercizio precedente.

La società ha annunciato di usare, nel secondo trimestre, 35-45
milioni di dollari per smobilitare altri rami d’azienda poco
produttivi. Per l’esercizio 2012 CA prevede unaumento complessivo
dei ricavi compreso fra il 6% e l’8% pari a 4,9 – 5,0 miliardi di
dollari.  L'utile operativo Gaap per azione ordinaria diluita
crescerà fra il 5 e il 9%, contro la precedente previsione di una
fascia compresa fra il 6% e l’11%.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link