Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Capgemini compra Ibx. Focus sull’e-Purchaising

Obiettivo dell’operazione è sviluppare la nuova generazione di servizi di procurement-as-a-service

11 Feb 2010

Capgemini rafforza l’offerta del suo portafoglio di servizi
evoluti. L’azienda ha annunciato l’acquisizione di Ibx,
provider di servizi on-Demand di ePurchasing, e con essa la
disponibilità della prima offerta globale “end-to-end” di
Procurement-as-a-Service.

L’acquisizione è la fine di un precorso di collaborazione
iniziato nell’estate 2009 che, ora, ha portato,  le due società
da unire le forze con l’obiettivo di sviluppare un nuovo servizio
di global procurement  e di espandere ulteriormente il mercato
della tecnologia best-in-class .

L’accordo mette la tecnologia software-as-a-service di Ibx a
disposizione delle competenze di Capgemini nel Global Sourcing,
Business Process Outsourcing (Bpo) e Procurement
Transformation.

“Unendo le forze con Capgemini rinforziamo le nostre capacità
globali, preparando la strada per creare la prossima generazione di
servizi di Procurement-as-a-Servic – spiega Leif Bohlin, già Ad
di Ibx e ora incaricato di condurre la nuova practice di
Procurement Bpo. La collaborazione con Capgemini è iniziata la
scorsa estate ed è stata da subito estremamente proficua. Le
competenze di Capgemini nell’outsourcing e nel procurement, unite
alla presenza globale, si sono dimostrate impressionanti.
Combinandole con la piattaforma Software-as-a-Service, il network
globale di fornitori e l’esperienza in ambito sourcing e
procurement di Ibx, saremo in grado di offrire soluzioni sempre
migliori ai nostri clienti”.

La nuova soluzione end-to-end di Bpo Procurement comprende un set
completo di servizi, che include il Business Process Outsourcing e
la piattaforma software-as-a-service di procurement, arricchite
dalle competenze di global sourcing, dalle capacità di global
transformation e da un affidabile network di oltre 20.000 fornitori
globali.

“Mentre le piattaforme di procurement possono consentire benefici
immediati alle aziende che guardano all’outsourcing dei processi,
la nostra offerta consente ai clienti di gestire la loro strategia
di sourcing su base globale, aiutandoli a gestire al meglio il loro
business e a trarre i benefici da compliance” sottolinea Maurizio
Mondani, Amministratore delegato Capgemini Italia -. Adesso che la
nostra offerta, unica e distintiva, fornisce capacità end-to-end
dal Transformation Consulting al Global Sourcing, le organizzazioni
sono facilitate nel rivolgersi ad un unico partner per il
Procurement Outsourcing. Il nostro approccio pienamente integrato
non solo permette di ottenere più velocemente risparmi
significativi, ma riduce gli investimenti richiesti per
identificarli e raggiungerli.”

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link