Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Capgemini scommette sulla micro-finanza nell’Ict

Prende avvio la partnership con PlaNet Finance per progetti innovativi di formazione

24 Set 2009

Capgemini Italia entra in PlaNet Finance per stimolare e
incoraggiare la ricerca italiana sulla micro finanza nel settore
ICT (Information & Communication Technology), oltre che sostenere
il programma University Meets Microfinance, che ha l’obiettivo di
promuovere la microfinanza presso i futuri decision-maker europei,
gli studenti e il mondo accademico in generale, creando un network
di collaborazione tra le principali Università Europee e
italiane.

“Capgemini, che fa dell’aggiornamento e della formazione delle
proprie risorse le componenti indispensabili per stare al passo con
le continue trasformazioni del mercato e quindi con le esigenze dei
propri clienti – commenta Maurizio Mondani, Ad di Capgemini
Italia – non poteva non cogliere l’opportunità di sostenere il
programma Umm che coinvolge direttamente le future leve della
società e favorisce lo sviluppo della microfinanza e dei necessari
supporti tecnologici”. La società italiana, a tal proposito, ha
messo a disposizione ben 5 borse di studio per promuovere la
ricerca nell’ICT.

Come Partner Premium di PlaNet Finance, Capgemini si impegna per i
prossimi tre anni a sostenere le attività della onlus francese
contribuendo economicamente e con i propri professionisti
all’avvio dei progetti di Corporate Social Responsibility,
mettendo inoltre a disposizione le attrezzature tecniche ed
informatiche necessarie all’espletamento quotidiano delle
attività della onlus.

L’impegno per questo primo anno di collaborazione è orientato
allo sviluppo di due importanti progetti, oltre che l’Umm, è la
realizzazione del fondo Financités per trasformare le idee in
imprese.

Nella fattispecie Financités è una società di capitale a rischio
solidale indirizzata al sostegno delle piccole e piccolissime
imprese, che favorisce l’integrazione e lo sviluppo economico
delle fasce di popolazione più disagiate. “La crisi attuale ci
porta necessariamente a considerare delle alternative concrete e
innovative per favorire lo sviluppo economico e rivedere l’intero
sistema bancario.” dichiara Jacques Attali, Presidente di PlaNet
Finance. “Grazie all’aiuto di alcuni privati la nostra
organizzazione può sviluppare progetti di microfinanza anche in
Italia”.

L’accordo tra Capgemini Italia e PlaNet Finance Italia si
inserisce coerentemente in un quadro più esteso che vede coinvolta
su scala globale Sogeti – società del gruppo Capgemini leader nei
Local IT, Professional and Test services – a sostegno di PlaNet
Finance e le Istituzioni di Microfinanza (Imf) per la
razionalizzazione e il miglioramento della performance dei loro
sistemi informatici e di comunicazione.