Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Capgemini spinge sull’IT finance: rilevata la tedesca Cs Consulting

L’operazione, soggetta all’approvazione da parte dell’Antitrust, mira a rafforzare la quota di mercato nel servizi dedicati al banking e ad accrescere il business in Germania

15 Dic 2010

Capgemini spinge sull’information technology. La società di
consulenza ha infatti acquisito Cs Consulting, società tedesca
attiva nel mercato IT, rilevandola da Lrpc, fondo gestito da
Beteiligungen Süd (controllata di Landesbank Baden-Württemberg).
Il contratto è ora in attesa di approvazione da parte
dell’autorità Antitrust. Con l'operazione, che sarà
finanziata con il flusso di cassa netto del gruppo, Capgemini
rafforza la sua quota di mercato nei servizi IT dedicati al settore
bancario.

"Il portafoglio di servizi e cultura d'impresa di Cs
Consulting si adattano perfettamente con Capgemini – spiega
Olivier Sevillia, membro del Comitato Esecutivo del Gruppo
Capgemini – Con questo passo diamo un chiaro segnale della
volontà di accrescere ancora di più il nostro business in
Germania”.

Fondata nel 1984 Cs Consulting vanta una forte presenza nei servizi
IT per il Finance. Nel 2009 la società ha generato ricavi per 47,
4 milioni di euro e un margine Ebit rettificato del 12,6%. Il suo
team di oltre 400 consulenti è specializzato nella migrazione dei
sistemi di core banking nonché nell’implementazione di sistemi
di business intelligence.

“L’unione con Capgemini ci consentirà di beneficiare
dell'esperienza di un grande gruppo internazionale – commenta
Berndt Blumenthal, ceo di Cs Consulting – nonché di offrire
prospettive promettenti per i nostri dipendenti”.

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link