Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Cdc “allarga” il business IT: acquisita la catena Essedi Shop

Cresce la quota di mercato nel segmento dei computer shop. L’Ad dell’Artino: “Operazione strategica per rafforzare il canale e migliorare l’Ebitda”

20 Dic 2010

Supera quota 450 punti vendita retail IT, Cdc. L’acquisizione
degli 81 punti vendita della catena Essedi Shop, che si aggiungono
ai 191 della catena Computer Discount ed ai 180 della catena Amico,
rafforza la leadership dell'azienda, che vanta all'attivo
un fatturato consolidato per 320 milioni di euro. E
l'operazione Essedi Shop fa salire al 20% la quota del segmento
computer shop.

L’acquisizione, condotta per dare effettiva attuazione a uno dei
punti del piano industriale di Cdc, che prevedeva appunto il
consolidamento e il rafforzamento della società nel canale retail,
è avvenuta rilevando da Brain Technology, precedente proprietaria,
il ramo di azienda che gestisce la rete in franchising Essedi (81
punti vendita, di cui 7 gestiti direttamente), l’intero capitale
di Essedi Shop srl, che ha la gestione dei sette punti vendita
diretti, e di Brain Industries Srl, operativa nella produzione dei
computer high-end dedicati all’insegna, con una capacità
produttiva di circa 10.000 pezzi/anno.

“Abbiamo colto questa opportunità di crescita valutando
positivamente il notevole allargamento della numerica distributiva
e soprattutto la non sovrapponibilità tra i punti vendita rilevati
e quelli esistenti, sia a livello geografico che per tipologia di
clienti che infine per struttura dell’offerta", sottolinea
Giuseppe Diomelli, Presidente di Cdc. I punti vendita Essedi, che
non cambieranno insegna né posizionamento commerciale a seguito
dell’acquisizione, operano su piazze in larga misura non coperte
dagli attuali punti vendita delle catene commerciali Cdc e si
rivolgono a target di clientela diversi, a cui offrono prodotti
(Apple, componentistica) il cui peso era finora poco marcato nel
mix di vendita dei canali retail di Cdc. Questa operazione quindi,
oltre all’ampliamento del totale dei punti vendita, permetterà
all'azienda di acquisire nuovi spazi di business e nuove
competenze in termini di product management oltre a far crescere la
quota di mercato nel segmento dei computer shop.

"Con l’ampliamento del business – aggiunge Enrico
dell’Artino, Amministratore Delegato di Cdc – avremo
l’opportunità di realizzare notevoli sinergie, potendo gestire
tutti i servizi comuni in saturazione delle competenze e delle
capacità operative attuali. Ne consegue che Cdc non dovrà
accollarsi costi strutturali addizionali né modificare la propria
organizzazione, il che si tradurrà in un miglioramento globale
della produttività pro/capite e dell’Ebitda.”

L’operazione avrà inizio effettivo dal prossimo 1° gennaio e
avrà i primi positivi effetti sul bilancio 2011. Secondo Stefano
Ferraro, Presidente di Brain Technology SpA,
"l'operazione, realizzata con l'advisory di Kon e Pnn,
oltre a portare ad un rafforzamento della rete di vendita Essedi
all'interno del gruppo leader nazionale nella distribuzione
retail di tecnologia informatica, rafforza la collaborazione già
esistente con Cdc e consente a Brain Technology di focalizzare
ulteriormente la propria attività nelle aree a valore aggiunto
quali i servizi internet della divisione Playnet, i servizi tecnici
di Computer Care, la formazione di Talent Box e le nuove iniziative
nel commercio elettronico già in programma per il 2011".