Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Claudio Casini nuovo direttore commerciale

25 Mag 2010

Claudio Casini è il nuovo direttore commerciale di Monster.it,
leader nei servizi online dedicati alle Risorse Umane. Casini, 47
anni, nato in Svizzera ma emiliano d'adozione, e' laureato
in Economia e Commercio presso l'Università di Bologna.

Ha ricoperto il ruolo di direttore vendite in Dell, Lenovo e per
molti anni in Ingram Micro; ha maturato una significativa
esperienza
nello sviluppo del business e nella guida di grandi organizzazioni
di vendita, gestendo in prima persona importanti fasi di crescita.
In Monster Claudio Casini e' chiamato a dare una spinta
propulsiva alle attività commerciali e di gestione dei clienti in
un momento complesso per il mercato delle risorse umane.

"Siamo certi -ha dichiarato Nicola Rossi, country manager di
Monster.it- che Claudio dara' un contributo sostanziale alla
crescita
della nostra società. Monster.it puo' contare su una grande
esperienza nell'area dei servizi dedicati alla ricerca di
personale ed
una offerta all'avanguardia rispetto al settore, fattori che ne
hanno determinato -ha concluso Rossi la leadership sia a livello
mondiale che italiano".

"Attraverso questa nomina -si legge in una nota
dell'azienda- Monster rafforza ulteriormente la propria
struttura, mostrandosi ancora una volta un'azienda dinamica, in
grado di rispondere alle esigenze del mercato in continua
evoluzione".

"Monster.it -prosegue la nota- offre un servizio fondamentale
per aiutare le aziende a trovare in modo rapido ed efficace i
migliori
talenti disponibili ed a chi cerca il primo lavoro o una nuova
opportunita' professionale".

L'azienda conta su oltre un milione e ottocentomila Cv
qualificati nel solo Database italiano; 4.500 aziende clienti
attive
nel corso degli ultimi dodici mesi; 24 milioni di pagine viste al
mese; 1,5 milioni di visite uniche al mese e 3 milioni di
candidature veicolate nel 2009.