Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

INVESTIMENTI

Google a caccia di 400 esperti per il nuovo datacenter

L’azienda investe 150 milioni di euro per la realizzazione di Profile Park a Dublino. Sarà lo snodo chiave per i servizi cloud in Europa

24 Ago 2015

Antonio Dini

Quattrocento nuovi posti di lavoro in Irlanda per il nuovo datacenter di Google. Per chi si chiede se la tecnologia distrugge o crea posti di lavoro, e in seconda battuta se i regimi di tassazione favorevole aiutano l’entrata di nuove imprese, Google offre una risposta.

L’azienda di Mountain View ha deciso di creare un nuovo centro di calcolo da 150 milioni di dollari a Profile Park, nella parte occidentale di Dublino. Durante la costruzione saranno impiegate 400 persone e la prima fase sarà completata prima della fine dell’anno. Il nuovo edificio di due piani sarà accanto al pre-esistente datacenter di Google, costruito nel 2012.

Google inoltre ha comprato anche 31 acri di terra attorno alle sue proprietà di Profile Park per poter avere la flessibilità di operare future espansioni. Ronan Harris, capo della struttura di Google Irlanda, spiega che «il centro di calcolo di Dublino creato nel 2012 ha funzionato più che bene e creato 30 posti di lavoro a tempo pieno. Adesso con la costruzione del secondo la comunità locale vedrà ulteriori benefici».

Google ha cinquemila collaboratori, di cui la metà sono dipendenti diretti. Il nuovo datacenter sarà tra quelli più efficienti da un punto di vista energetico grazie a soluzioni inedite di raffreddamento, facilitate anche dal clima freddo del paese che lo ospita. Il datacenter farà parte della serie di strutture informatiche di Google che fanno funzionare le piattaforme dell’azienda: YouTube, Google Maps, Gmail.

Articolo 1 di 5