Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Emc scommette sul cloud e compra Greenplum

L’operazione permetterà di rispondere al boom di nuove forme di dati. Il Coo Gelsinger: “Le tecnologie basate sulla ‘nuvola’ soluzione ottimale per le sfide future”

08 Lug 2010

Emc perfeziona la sua strategia cloud e lo fa aprendo il processo
di acquisizione di Greenplum, azienda che fornisce tecnologie di
data warehousing, propedeutiche per cloud big data e analisi
self-service. L'operazione permetterà ad Emc di rispondere al
boom di nuove forme di dati che stanno emergendo più rapidamente
che mai a causa dell’esplosione di reti always-on, del Web, dei
sistemi di sorveglianza, sensori e altro: Idc prevede che i dati
digitali cresceranno in maniera sequenziale di 45 volte entro i
prossimi 10 anni e le aziende sono sempre più alla ricerca di
architetture e strumenti che permettano loro di gestire al meglio
questo fenomeno.

“Il mondo del data warehousing sta per cambiare – spiega Pat
Gelsinger, president e Chief operating officer Emc Information
Infrastructure Products -. L’architettura parallela e scalabile
di Greenplum, insieme al suo modello di consumo self-service, le ha
permesso di differenziarsi dagli altri player ed emergere come
leader in questo spostamento verso le analisi ‘big data’.
L’avanzata tecnologia di Greenplum, associata
all’infrastruttura Private Cloud virtuale di Emc offre ai
clienti, oggi, una soluzione ottimale per le sfide future”.

Considerata dagli esperti di mercato un leader visionario,
Greenplum si avvale di un’architettura Mpp (massively parallel
processing) “shared-nothing”, progettata appositamente per
l’elaborazione analitica utilizzando infrastrutture x86
tradizionali. L’azienda è in grado di offrire prestazioni da 10
a 100 volte superiori rispetto ai software database tradizionali a
una frazione del costo.

“Emc e Greenplum offrono ai clienti un potenziale straordinario
che sposa grandi quantità di dati e analisi sofisticate –
puntualizza Bill Cook, Ceo di GreenPlum -. In qualità di partner
tecnologici e commerciali, vediamo l’entusiasmo con cui i clienti
accolgono il modo tangibile, positivo e significativo offerto dalle
nostre soluzioni. La tecnologia parla da sé. Quello che ci stimola
di più adesso è la capacità di Emc di generare nuove
opportunità e accelerare la realizzazione della nostra vision
condivisa per il futuro”.

L’acquisizione di Greenplum sarà una transazione in contanti e
si prevede si concluderà nel terzo trimestre del 2010, nel
rispetto delle condizioni di chiusura e delle approvazioni
previste. A seguito dell’acquisizione, Bill Cook guiderà la
nuova divisione di prodotto data computing e risponderà a Pat
Gelsinger. Emc continuerà a offrire l’intera gamma di prodotti
Greenplum e prevede di fornire nuove architetture Proven reference,
così come soluzioni hardware e software integrate, pensate per
migliorare le prestazioni e ridurre i costi di implementazione.