Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Hp-Microsoft, 250 mln di dollari per innovare il cloud

I due big hanno siglato un accordo multimilionario per sviluppare piattaforme più “easy” destinate alle aziende

14 Gen 2010

Tandem iper-tecnologico tra due big. Hewlett-Packard e Microsoft
hanno annunciato un’allenza triennale che prevede un piano di
investimenti di 250 milioni di dollari: l’obiettivo dello sforzo
congiunto è arrivare a una semplificazione dei sistemi di
information technology. Si tratta, a detta delle due aziende,
dell’offerta di tecnologie “più integrata del settore per
l’evoluzione del cloud computing”.

I due colossi della tecnologia prevedono di lanciare sul mercato
nuove soluzioni che saranno basate su un modello
“dall’infrastruttura all’applicazione” di nuova
generazione; perfezioneranno il cloud computing velocizzando
l’implementazione delle applicazioni; elimineranno le
complessità associate alla gestione It, automatizzando i processi
manuali al fine di diminuire i costi complessivi. “Miglioreremo
sensibilmente l’esperienza dei clienti nelle attività di
sviluppo, implementazione e gestione degli ambienti It”,
assicurano Microsoft e Hp.

I due partner lavoreranno insieme ad una roadmap di sviluppo di
piattaforme e soluzioni convergenti, oltre ad un’offerta completa
in ambito virtualizzazione e strumenti di gestione integrati.
Distribuite attraverso una vasta e capillare rete commerciale e di
partner, queste soluzioni It consentiranno maggiore efficienza di
business; prestazioni e affidabilità migliorate per alcune delle
applicazioni aziendali più diffuse del settore, come Microsoft
exchange server e Microsoft Sql server; ottimizzazione delle
operazioni grazie anche all’integrazione dei software Hp Insight,
Hp business technology optimization e Microsoft system center con
Microsoft Hyper-V; protezione degli investimenti e riduzione dei
costi. Hp e Microsoft collaboreranno infine sulla piattaforma
Windows Azure con la propria offerta di servizi e Microsoft
continuerà a investire nell’hardware Hp per l’infrastruttura
del proprio ambiente cloud.

“Favorire l’innovazione aiuta le aziende a conseguire un
vantaggio competitivo”, commenta Mark Hurd, Chairman e Ceo di Hp.
Il nuovo modello infrastructure-to-application sviluppato da Hp e
Microsoft sarà proposto come offerta integrata per gli ambienti
datacenter eterogenei di grandi dimensioni, ma anche attraverso
soluzioni destinate alle piccole e medie imprese. Le soluzioni sono
già disponibili, mentre le nuove offerte saranno introdotte nel
corso dei prossimi tre anni.
“L’accordo tra Microsoft e Hp, che si estende all’hardware,
al software e ai servizi, consentirà ai clienti business di
ottimizzare le prestazioni in modo semplice e immediato,
beneficiando del total cost of ownership più basso possibile”,
ribadisce Steve Ballmer, Ceo di Microsoft. “La nostra partnership
estesa trasformerà il modo in cui le grandi aziende erogano i
servizi ai clienti e aiuterà le organizzazioni più piccole a far
leva sull’It per accrescere il business e minimizzare i
rischi”.
 

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link