Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

I cybernauti portoghesi “attaccano” il sito di Moody’s

Il server dell’agenzia di rating preso di mira da migliaia di e-mail di cittadini inviperiti, dopo il recente downgrade di quattro banche

12 Lug 2011

Chi la fa l’aspetti. Ne sa qualcosa Moody’s, l’agenzia di
rating spauracchio di molti paesi Ue con problemi di bilancio,
vittima di un cyberattacco in Portogallo.

Dopo il recente downgrade di quattro banche portoghesi, declassate
allo status di junk (titoli spazzatura), ieri la pagina web di
Moody’s è stata presa di mira da migliaia di cittadini
portoghesi inferociti, che hanno letteralmente intasato i
server.

L’attacco è partito ieri pomeriggio, promosso da un gruppo su
Facebook, che ha messo in piedi il "primo atto" di un
attacco concertato all’agenzia di rating. Un attacco andato a
buon fine, con il sito portoghese dell’agenzia di rating in tilt
per tutto il pomeriggio, saturato di messaggi.

In un comunicato pubblicato dopo l’azione di “hacktivism” gli
utenti hanno così commentato: “Guerrieri valorosi: questa è
stata una battaglia vittoriosa! Forse un attacco non delle
dimensioni che speravamo, ma almeno abbiamo inflitto dolore al
nemico. Il server di Moody’s è stato inaccessibile per tutto il
pomeriggio in Portogallo”. L’attacco via Internet non sarà
l’ultimo in Portogallo, visto che su Facebook c’è una nuova
pagina web che annuncia nuovi attacchi.