Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

GOVERNO LETTA

Idem: “Via al tavolo contro l’istigazione all’odio su web”

L’annuncio del ministro per le Pari Opportunità Josefa Idem: “Puntiamo ad arginare la diffusione dell’intolleranza in Rete e del cyberbullismo”

10 Giu 2013

F.Me.

E’ stato aperto un tavolo contro l’istigazione all’odio in rete come “prima risposta per arginare la diffusione su internet della discriminazione, delle intolleranze, delle varie forme di odio e di cyberbullismo”. Lo ha reso noto il ministro per le Pari opportunità e lo Sport, Josefa Idem, intervenendo ad un convegno sulla prevenzione della violenza online nella sala del mappamondo alla Camera, alla presenza della presidente Laura Boldrini. Il ministero, a quanto si è appreso durante il convegno, svilupperà la campagna di prevenzione così come sollecitato dal Consiglio d’Europa.

La ministra Idem ha evidenziato come “un bambino su 4, nel 2012, è stato vittima di bullismo online tramite l’azione di gruppi che agiscono contro la vittima prescelta, o la pubblicazione di foto che lo ritraggono. Basta possedere qualche elemento ‘diverso’, come una disabilità, la condizione di straniero, la religione o l’atteggiamento sessuale, per finire nel mirino di questa violenza”.

Idem ha proseguito dicendo che, in base ai dati disponibili dell’Ipsos, “la violenza in rete è percepita dagli adolescenti come la seconda forma di minaccia più grave, seguita dalla droga, dalla paura degli abusi degli adulti e da quella di contrarre malattie”. Infine, Idem ha lanciato l’allarme per quanto riguarda la diffusione della violenza di genere sulla rete e sul rischio di rapporti con gli adulti tramite adescamenti online.

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
cyberbullismo
I
ipsos