Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

In “volo” sull’Exalibur

01 Set 2009

Americana Parvus, controllotata americana di Eurotech ha annunciato
il successo del primo volo del computer da missione Acmc (Aurora
Common Mission ComputerCMC), unità di controllo che equipaggia
l’Exalibur, un nuovo aereo da combattimento tattico senza pilota
(Ucav) creato per combinare l’alta velocità e il volo verticale
utilizzando un’esclusiva propulsione a turbina ibrida
elettrica.

L’Acmc è un piccolo computer rugged basato sul sottosistema
DuraCOR 820 realizzato da Parvus, concepito per sopportare le
condizioni ambientali e i requisiti operativi espressi dai velivoli
che impiegano le avioniche Aurora. L’architettura di questi
sottosistemi è basata su schede Pentium a basso consumo, memoria
allo stato solido, sistema operativo Linux, alimentazione di grado
militare e varie periferiche e ingressi di rete.