Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

L’azienda dove si lavora meglio? In Italia è Microsoft

Secondo il Great Place to Work Institute Italia gli 885 dipendenti della filiale italiana di Redmond sono i più felici. L’Ad Scott Jovane: “Collaborazione tra colleghi il nostro punto di forza”

14 Dic 2009

Il miglior posto dove lavorare in Italia? Microsoft. A dirlo il
Great Place to Work Institute Italia che anche quest'anno ha
redatto la classifica dei "Best Workplace" italiani:
dominano per l'ennesima volta le multinazionali straniere.
Secondo l’istituto gli 885 dipendenti della filiale italiana di
Redmond sono i più felici, seguiti da quelli della Mars e di Cisco
Systems Italy.
L’azienda ha messo da tempo in campo numerosi servizi per
“facilitare” la vita dei propri dipendenti: dall'asilo
interno all'assistenza medica, passando per la dotazione di Pc
portatili, smartphone e banda larga a casa, che possono permettere
a tutti di gestire in modo flessibile e personale l’equilibrio
tra la propria vita lavorativa e quella privata.

“Sono entusiasta di questo prestigioso riconoscimento e davvero
orgoglioso di essere a capo di un’azienda che è costantemente
impegnata a garantire ai propri dipendenti un ambiente di lavoro
eccellente – dichiara Pietro Scott Jovane, Ad di Microsoft Italia
-. Ormai da anni ci confrontiamo con le migliori aziende per
contenderci i primi posti della classifica. Dopo essere stati già
in vetta nel 2006 e sempre nelle prime tre posizioni dal 2003,
essere quest’anno al vertice del Great Place to Work dimostra che
i costanti investimenti sulle risorse umane, sulla qualità
dell’ambiente di lavoro e sul clima aziendale hanno consentito al
nostro team italiano di sentirsi orgoglioso e soddisfatto di poter
lavorare in un’azienda attenta a questi fattori, che pongono le
persone al centro delle strategie aziendali. Microsoft è
un’azienda tecnologica che consente ai dipendenti di lavorare con
il meglio delle soluzioni IT disponibili, impattando così sia
sulla produttività ed efficacia del proprio lavoro, sia sulla
flessibilità e sulla collaborazione tra colleghi, elementi chiave
per superare l’attuale situazione economica.”

"Anche se la cosa ormai non dovrebbe più stupirmi, ogni anno
rimango affascinato dalla continuità nell'eccellenza da parte
di Microsoft – aggiunge Gilberto Dondé, Amministratore Delegato
di Great Place to Work Institute Italia –. Dalla sua prima
partecipazione nel 2003, Microsoft ha sempre occupato una delle
prime tre posizioni della classifica. Questo risultato non può
essere, e non è, casuale ma è il frutto di una strategia lucida,
che vede nelle persone, nelle risorse umane, lo strumento
principale del proprio successo".