Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

L’indiana Infosys si espande a Shangai. In vista 4mila assunzioni

L’azienda di software aprirà un campus di informatica nel paese asiatico. Previsto un investimento complessivo di 150 milioni di dollari in tre anni

23 Mag 2011

Il colosso del software indiano Infosys ha deciso di aprire un
campus a Shanghai per 8mila informatici. Lo riferisce oggi il
quotidiano economico Business Standard, citando un comunicato
dell'azienda di Bangalore.

L'investimento previsto ammonta a 125-150 milioni di dollari e
sarà il più grande mai effettuato all'estero da una società
informatica indiana. L'azienda ha annunciato l'assunzione
di 4mila tecnici. "Questo progetto conferma l'impegno di
Infosys in Cina, la seconda più grande economia del mondo",
ha detto il presidente e uno dei fondatori, Narayana Murthy,
considerato il "padre" del miracolo informatico indiano,
che di recente ha annunciato il suo ritiro previsto ad agosto.

Infosys è la seconda azienda di Information Technology per
fatturato dopo Tata Consultancy Services (gruppo Tata) ed è già
presente in Cina con una filiale che impiega oltre 3mila addetti in
diversi laboratori.

Il mega centro sorgerà entro i prossimi tre anni su un terreno
acquistato dall'azienda nel Zizhu Science and Technology Park e
avrà oltre a laboratori, centri di elaborazioni dati e locali per
l'addestramento, anche un auditorium da 1.400 posti, palestre e
centri di ricreazione.