Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

L’Italia fa da traino ail business di Capgemini

La società di consulenza IT e servizi di outsourcing chiude il primo semestre con ricavi in aumento del 12,9% a 4,7 miliardi di euro e utili per 127 milioni in progresso del 25,7%. Il nostro Paese meglio di Germania e Nord Europa

28 Lug 2011

Capgemini, società di consulenza aziendale, servizi IT e servizi
in outsourcing, ha chiuso il primo semestre del 2011 con ricavi per
4,756 miliardi di euro, in aumento del 12,9% e utili per 127
milioni (+25,7%). L'utile operativo è aumentato del 20% a 240
milioni di euro.

Nonostante le difficili condizioni del mercato, la società
mantiene l'outlook di crescita del 9%-10% di ricavi consolidati
per l'esercizio in corso. A trainare la crescita sul mercato
europeo l'Italia, che compensa un crescita meno marcata in Nord
Europa e Germania.

In crescita i ricavi derivanti da servizi tecnologici (9,6%) e
outsourcing (6,6%), in contrazione i servizi di consulenza (-1,6%)
in particolare in seguito ai tagli pubblici in Benelux e Regno
Unito.