Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

L’Italia si dà ai casinò online. Taglio del nastro il 18 luglio

Ai blocchi di partenza le scommesse via web. Il nostro Paese, insieme alla Francia, considerato fra i più “redditizi” a livello globale

14 Lug 2011

Al via anche in Italia i giochi da Casinò online che dal 18 luglio
saranno accessibili in maniera completamente legale. Dadi, Black
Jack, Roulette francese, Roulette americana, Chemin de Fer: il
settore dei giochi d’azzardo si prepara a vivere una nuova fase e
in questo nuovo contesto normativo Bpg, società proprietaria dei
portali www.netbetcasino.it e www.netbetpoker.it, dopo aver
superato la fase di collaudo rispettando tutte le normative e le
regole imposte dall’Amministrazione Autonoma Monopoli di Stato,
l’autorità italiana che regolamenta il mondo del gioco,
scommette sul settore del gambling online in Italia.

Così anche i giocatori italiani potranno usufruire dei giochi da
Casinò online in maniera completamente legale e sicura. Il 18
luglio Bpg inizierà ad offrire tutti i diversi giochi da casinò
sulla sua piattaforma www.netbetcasino.it, dove sarà possibile
accedere anche al poker cash game online.

"Lo sviluppo del progetto ha avuto una fase di preparazione di
oltre un anno con enormi investimenti economici e con l’impiego
di centinaia di consulenti esperti del settore informatico e di
quello dei giochi. Solo per garantire la casualità dei risultati,
ad esempio, sono state realizzate milioni e milioni di prove e
ancora oggi NetBetCasino.it continua a testare il software per
garantire i massimi livelli di operatività e di sicurezza",
spiega Kenny Ibgui, ceo di Bpg.

"Il nostro obiettivo principale è quello di offrire ai
giocatori la nostra pluriennale esperienza d’eccellenza nel
settore dei giochi online e siamo pertanto orgogliosi di poter
continuare a rinforzare la nostra offerta di gioco, dando il
benvenuto a questa nuova opportunità di incremento della nostra
quota di mercato", aggiunge Ibgui.

Con i nuovi giochi si prevede un salto di qualità che porterà a
quadruplicare il movimento del gioco online. Per il 2011 la stima
di raccolta per il solo Poker cash game è di circa 4 miliardi di
euro e l’intero comparto dei casinò online potrebbe attestarsi
nel 2012 sui 40 miliardi di euro.

Nel nuovo contesto globale, considerando che negli Usa non vengono
concesse licenze e che, anzi, l’"Unlawful Internet Gambling
Enforcement Act" approvato dal Congresso degli Stati Uniti nel
2006 vieta tutto il gioco d’azzardo online, Francia e Italia sono
considerati rispettivamente il primo e secondo mercato globale per
i casinò online.

Ma è proprio l’Italia che potenzialmente, nel giro di un anno,
conquisterà il primato della Francia, posizionandosi nel 2013 al
primo posto nel mondo per questo business, grazie alla passione
degli italiani per il gioco. Basti pensare che in pochi mesi il
portale www.netbetcasino.it, dove fino al 18 luglio si gioca
"for fun" per divertirsi gratuitamente, ha registrato
oltre 300mila iscrizioni.