Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

La Guardia di Finanza va avanti con Cdc

Prorogata fino al prossimo 17 novembre la convenzione che consente ai militari di beneficiare di un contributo di 315 euro per l’acquisto di prodotti informatici. Le vendite hanno già raggiunto quota 24 milioni di euro

17 Mag 2011

La Guarda di Finanza scommette di nuovo su Cdc. Il corpo ha
rinnovato la convenzione con il distributore che, con oltre più di
200 punti vendita aderenti all’iniziativa e appartenenti alle
catene Computer Discount e Amico, ha già oltre 55mila militari
della Gdf nel giro di pochi mesi.

L’operazione, nata a seguito di una gara europea indetta dal
Fondo Assistenza Finanzieri e vinta dalla Divisione Gare di Cdc, ha
permesso a tutti i dipendenti della GdF di beneficiare di un
contributo pari a circa 315 euro a persona per l’acquisto di
prodotti informatici, nonché di usufruire di sconti esclusivi su
tutti gli acquisti (quindi anche extra contributo Faf) effettuati
durante il periodo di validità della convenzione.

Ad oggi in ogni negozio aderente all’iniziativa sono state
concluse con successo più di 250 vendite, per circa 120mila pezzi
complessivi e un controvalore di 24 milioni di euro (iva inclusa)
di fatturato.

Elevata è stata la percentuale di utenti che, dopo aver usufruito
del contributo, sono tornati nel punto vendita per completare la
propria dotazione e sfruttare nuovamente gli sconti e finanziamenti
previsti fino al 17 novembre 2011, termine della proroga prevista
contrattualmente e di cui il Comando Generale della Guardia di
Finanza ha deciso di avvalersi. Grazie a questa estensione, tutti i
63mila beneficiari potranno continuare ad accedere alle condizioni
preferenziali previste quasi fino al prossimo Natale.