Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

La telepresence di Cisco esce dalla sala riunioni ed entra sul desktop

In arrivo nel primo trimestre dell’anno prossimo due soluzioni disegnate per le piccole aziende e che consentono di accedere a sistemi di video collaboration da postazioni fisse e di creare una meeting room in pochi step

28 Ott 2011

La TelePresence targata Cisco allarga il suo raggio d'azione,
uscendo dalla sala riunioni ed entrando sul desktop di tutti i
dipendenti aziendali. Sono due le nuove soluzioni in fase di test,
per ampliare il portafoglio di TelePresence di Cisco, lanciato sul
mercato ciqnue anni fa.

Si tratta di Cisco Jabber Video for TelePresence,
un'applicazione software di video chiamata HD, progettata per
invitare rapidamente e facilmente i partecipanti ad unirsi a
chiamate TelePresence dal proprio PC desktop, laptop o tablet.

Gli utenti devono semplicemente recarsi su un sito web accessibile
a livello globale e inviare un invito che consente a colleghi,
clienti e fornitori di unirsi rapidamente e facilmente a una
chiamata in TelePresence gratuitamente. Trial sono previste per
l’inizio di novembre con un più esteso programma di beta test
globale per il primo trimestre del 2012.

La seconda soluzione è Cisco TelePresence MX300, un sistema di
TelePresence room-based polivalente che è stato appositamente
progettato per semplificare e rendere più economica
l’integrazione della TelePresence nei processi aziendali.
L'MX300 può essere operativo in appena 15 minuti, trasformando
rapidamente e semplicemente qualsiasi sala riunioni di piccole o
medie dimensioni in una sala di TelePresence per un team di nove
persone. Il sistema offre video di alta qualità "Full
High-Definition" (1080p30 frame per secondo). La
disponibilità a livello globale è prevista per il primo trimestre
2012.

"Il modo di comunicare è cambiato negli ultimi anni e il
video è sempre più pervasivo nelle aziende, tramite un maggior
numero di dispositivi – ha detto Michele Dalmazzoni, Collaboration
Architecture Leader di Cisco Italy – Grazie alle innovazioni
annunciate oggi, Cisco sta favorendo l'utilizzo tradizionale
del video guidandone la transizione verso un utilizzo da parte di
chiunque, su qualsiasi dispositivo in qualsiasi momento. Inoltre,
l’approccio architetturale di Cisco che semplifica il supporto IT
del video, fornisce ai dipendenti una esperienza video semplice e
intuitiva in grado di incrementare la loro produttività e di
innovare il modo di lavorare rendendo l'esperienza di
lavoratori e cittadini il più ricca possibile".