Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Lavoro IT: +50% di richieste per analisti e sviluppatori

Il boom di smartphone e tablet fa da traino alla crescita della domanda di professionisti specializzati. In aumento anche le retribuzioni

30 Mag 2011

Secondo Page Personnel il 2011 che si apre all’insegna di una
netta ripresa delle richieste per i profili IT (+ 50% rispetto allo
stesso periodo dell’anno precedente). In particolare, vola la
domanda per le figure di analista tecnico funzionale e sviluppatore
di applicazioni mobile.

Il primo profilo professionale si occupa di migliorare
l’efficienza dei processi aziendali, tramite competenze
tecnico-informatiche ma anche economiche. Le aziende sono disposte
a pagarlo molto perché lo considerano una figura strategica per il
business. Un profilo con due tre anni di esperienza guadagna tra i
25mila e i 28mila euro annui lordi, mentre con 3-6 anni di
seniority si raggiunge la fascia che va dai 29mila ai 35mila euro
annui lordi.

Si tratta di livelli retributivi più alti rispetto alla media
perché le aziende considerano questi professionisti strategici per
il proprio sviluppo” spiega il responsabile Page Personnel.
L’analista è in grado di lavorare contemporaneamente su più
obiettivi relazionandosi con tutte le funzioni aziendali. La sua
abilità consiste proprio nell’interpretare e tradurre
tecnicamente le esigenze che provengono dalle diverse aree
funzionali.

Sviluppatori di apps mobili
Prospettive ancor più brillanti per il secondo profilo, quello di
sviluppatore di apps mobili: a poco più di vent’anni questi
professionisti possono guadagnare fino 35mila euro. Si tratta di
figure professionali molto nuove sul mercato, la cui richiesta va
di pari passo con l’affermarsi delle nuove tecnologie
multimediali (iPhone, iPad, BlackBerry ecc). "Per queste
figure è indispensabile una passione per le nuove tecnologie a cui
si aggiunge come ingrediente fondamentale la creatività, ossia la
capacità di immaginare scenari futuri di evoluzione sia della
tecnologia che del software", dice il responsabile della
divisione Technology di Page Personnel, Dario Brivio.

Per svolgere questa professione è preferibile avere una laurea
triennale in Ingegneria o un diploma come perito informatico,
competenze nell’ambito del web design e conoscenze dei più
comuni linguaggi informatici. "Per queste figure è
indispensabile una passione per le nuove tecnologie a cui si
aggiunge come ingrediente fondamentale la creatività, ossia la
capacità di immaginare scenari futuri di evoluzione sia della
tecnologia che del software", aggiunge il responsabile Page
Personnel. Un profilo con due anni di esperienza in questo ambito
si può considerare già senior e può ambire a livelli retributivi
tra i 30 e i 35mila euro annui lordi.