Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA TRIMESTRALE

Lenovo, scendono utili e fatturato, ma crescono le vendite di Pc

Il presidente e Ceo Yang Yuanqing: “Progressi costanti nel settore mobile, miglioramento in atto sui data center. Ma ci vorrà tempo per costruire competenze forti in questi due nuovi motori di crescita”

16 Feb 2017

A.S.

Fatturato in calo per Lenovo nel terzo trimestre fiscale terminato il 31 dicembre 2016: i ricavi si sono attestati a 12,2 miliardi di dollari, con una diminuzione del -6% anno su anno. Il risultato ante imposte è stato di 101 milioni di dollati, con un -68% anno su anno. L’utile netto è sceso del -67% anno su anno, a $ 98 milioni.

Lenovo ha dovuto affrontare sfide notevoli nelle sue tre principali linee di attività – si legge in una nota della società – ovvero data center (Dcg), dispositivi mobili (Mbg) e PC e smart device (Pcsd), settori che secondo gli analisti di mercato hanno continuato a vedere una crescita minima, o addirittura nessuna crescita, nel corso del trimestre chiuso al 31 dicembre 2016”.

Nonostante questo, prosegue il comunicato, nel corso del trimestre la società ha distribuito un totale di 15,7 milioni di Pc in tutto il mondo, con un aumento del +2% anno su anno, ben 4 punti in più del settore nel suo complesso, che nello stesso periodo è sceso del -2%. Con una quota di mercato record, in particolare, in Cina, Emea e America Latina, Lenovo è ancora leader del mercato Pc in tutto il mondo, con il 22,4% di quota. La società ha inoltre visto una forte crescita nei tablet, +10% anno su anno, con una performance superiore a quella del resto del mercato di ben 29 punti, e un significativo aumento in altre linee di prodotti ad alta crescita come gaming, detachable 2-in-1 e Chromebook.

“Nonostante le incertezze macro-economiche e le due nuove linee di business ancora in fase di transizione, Lenovo ha riportato nell’ultimo trimestre una solida performance – spiega Yang Yuanqing (nella foto), presidente e Ceo della società – Il nostro business dei Pc rimane forte, nel settore mobile abbiamo fatto progressi costanti e in quello del Data Center c’è un chiaro piano di miglioramento in atto. Anche se sappiamo che ci vuole tempo per costruire competenze forti in questi due nuovi motori di crescita, siamo certi che raggiungeremo il pareggio e una crescita redditizia anche in questi ambiti”.

Il profitto lordo della società per il terzo trimestre fiscale è sceso del -15% anno su anno a 1,6 miliardi di dollari, con un margine lordo del 13,1%. L’utile operativo del terzo trimestre è stato di $ 138 milioni, in calo del -64%. L’utile base per azione per il trimestre è stato di 0,90 centesimi di dollaro. Al 31 dicembre 2016, le riserve nette di cassa di Lenovo sono di 155 milioni di dollari.

In Europa, Medio Oriente e Africa (Emea), l’area guidata dall’italiano Luca Rossi, il fatturato consolidato del terzo trimestre fiscale, di $ 3,4 miliardi di dollari, è diminuito del -2,7% anno su anno ma è aumentato del 23% rispetto al trimestre precedente, e rappresenta oggi il 27,6% del fatturato mondiale di Lenovo.