Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Microsoft pronta a patteggiare con l’Unione europea su Internet Explorer

Secondo quanto riportato da Bloomberg, la casa di Redmond punterebbe a trovare l’accordo prima della scadenza del mandato del commisssario alla Concorrenza, Neelie Kroes

08 Lug 2009

Microsoft sta cercando una via per patteggiare con l'Unione
Europea in merito alle presunta violazione della normativa sulla
concorrenza per quel che riguarda le modalità di diffusione di
Internet Explorer. A scriverlo il sito Bloomberg secondo cui le
“trattative sarebbero ferme a una fase preliminare”. Stando
alle fonti accreditate citate dal sito Microsoft avrebbe intenzione
di trovare un accordo prima della scadenza del mandato del
commissario europeo alla Concorrenza, Neelie Kroes. L’Antitrust
europeo aveva accusato Microsoft di violare le norme delle libera
concorrenza, integrando il browser Internet Explorer nel suo
sistema operativo Windows dal 1996 fino ad oggi. Per tutta risposta
l’azienda aveva annunciato di voler commercializzare Windows 7
senza Explorer integrato. Negli ultimi 15 anni la Ue ha comminato
multe a Microsoft per un valore totale di 1,676 miliardi di
euro.
 

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link