Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

SPENDING REVIEW

Miur, 100 milioni di risparmi grazie agli acquisti online

Il capo di gabinetto Fiorentino annuncia la nuova strategia taglia-spese: l’adozione del web come piattaforma di shopping di beni e servizi consentirà di ridurre i costi del 15%

30 Apr 2012

Mila Fiordalisi

Vale 100 milioni di euro il risparmio stimato dal Miur derivante dall’utilizzo di Internet per gli acquisti di beni e servizi. E proprio gli acquisti online rappresentano una delle quattro voci di spending review annunciate oggi sulle colonne del quotidiano La Stampa dal capo di gabinetto Luigi Fiorentino. I 100 milioni di risparmio si tradurranno – stima il ministero – in un taglio dei costi pari al 15% della spesa complessiva del Miur e quindi l’adozione del Web rappresenta un pilastro importante della strategia di governo che mira ad assicurare il pareggio di bilancio nel 2013. Tre gli altri assi su cui farà perno il progetto: rendere più efficiente la gestione delle supplenze e mettere in condivisione spazi come biblioteche e segreterie; concentrare le attività ministeriali tra la sede centrale di via Trastevere a Roma e gli uffici di viale Carcani per ridurre le spese per gli affitti degli immobili; riorganizzare le attività degli uffici amministrativi e tagliare quelle ritenute ridondanti o inutili.

Argomenti trattati

Approfondimenti

M
miur

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link