Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

AUTHORITY IN SCADENZA

Nomine Agcom, è curriculum selvaggio: alla Camera più di 100 candidature al giorno

Oltre le attese l’afflusso di auto-promozioni per la nuova Authority. I 630 deputati avranno un giorno di tempo per documentarsi prima del voto

29 Mag 2012

R.C.

Agcom, piovono candidature. La carica del curriculum ha messo il turbo da quando il presidente della Camera Gianfranco Fini ha annunciato il nuovo passaggio pre-voto in aula (in calendario per il 6 giugno): distribuzione a deputati e capigruppo di le autocandidature corredate di cv, ricevute entro il 4 giugno. Le auto-nomination arrivano alla Camera al ritmo di 100 al giorno. Per posta ordinaria, raccomandata, fax, e-mail. I più diffidenti le consegnano direttamente a mano ma c’è anche chi affida la propria busta a gruppi, come Articolo 21, che si sono impegnati a consegnare i plichi “agli uffici preposti” per scongiurare il rischio di “dispersione nei corridoi”.

Il caos non è poco: la Camera ha dovuto improvvisare un percorso ad hoc per gestire l’inedito flusso di carta e bit. Infatti non c’è certezza del recapito “giusto”: dai mille meandri di Montecitorio le lettere e email arrivate vengono indirizzatiein massa al “servizio assemblee” dove gli impiegati protocollano e impilano le buste in attesa di passare alla fase “fotocopia”: 639 (630 per i deputati, 9 per i capigruppo) fotocopie di ogni candidatura corredata di curriculum e, nei casi dei candidati più “meritori”, di dichiarazione di assenza di conflitto di interessi. Poi, entro il 5 giugno, la distribuzione. Deputati e capigruppo avranno 24 ore di tempo per studiare il curriculum dei candidati. Basteranno per un voto basato sula competenza?

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link