Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

SOCIAL NETWORK

Pinterest vale 2,5 mld di dollari

Crescita record per il social network che “sbanca” con il fundraising: nell’ultima tornata incassati 200 milioni di dollari. Le risorse saranno utilizzate per fare nuove assunzioni

21 Feb 2013

Veronica Benigno

Una delle app più scaricate sui cellulari di tutto il mondo nell’ultimo anno è Pinterest, il social network che funziona come un album di fotografia. Il suo successo è stato riconosciuto anche dall’ultima rilevazione ComScore, che ha evidenziato un rapido aumento degli utenti, dai 12 milioni di gennaio 2012 agli attuali 50 milioni. Il valore della piattaforma è appena stato stimato sui 2,5 miliardi di dollari.

Per una società di soli tre anni che al momento non produce alcun guadagno è un risultato record, soprattutto perché testimonia che il crescente interesse per Pinterest non è solo degli utenti che accedono al proprio profilo con tablet e smartphone, ma anche di un numero sempre maggiore di investitori. Soltanto con l’ultima raccolta di fondi, ad esempio, è riuscita a raggranellare ben 200 milioni di dollari.

Del fundraising si è occupato l’hedge fund Valiant Capital Management, guidato da Cristopher Hansen, famoso per aver già investito in altre due web company come Dropbox ed Evernote. La tornata precedente, invece, è stata gestita lo scorso maggio dalla società di e-commerce giapponese Rakuten: aver incassato 100 milioni di dollari portò qualche mese fa la valutazione di Pinterest a 1,5 miliardi di dollari.

Il minimo comun denominatore delle due operazioni è stato il contatto diretto con i potenziali investitori, e la rapidità delle trattative. Caratteristiche molto apprezzate da Ben Silbermann, amministratore delegato di Pinterest, che al momento non è interessato a negoziazioni prolungate, che magari durino mesi e implichino troppi passaggi prima di pervenire all’offerta definitiva. Tuttavia, se finora i frutti sono arrivati, non è detto che un’ulteriore crescita della società possa consentire di comportarsi ancora così.

Molti analisti si aspettavano infatti che, a questo livello di sviluppo, Pinterest avrebbe fatto il grande passo verso la Silicon Valley, terra promessa di tutte le aziende legate all’ICT e al web, dove l’idea nata “in garage” diventa un business serio e strutturato. Le offerte del resto non mancano, perché questo social network è considerato un’ottima piattaforma di marketing soprattutto dalle aziende legate alla moda, all’arredamento e al cibo.

I fondi appena ottenuti da Pinterest, come dichiarato dallo stesso Silbermann, saranno impiegati per nuove assunzioni finalizzate alla crescita della società. Fra queste, ci saranno sicuramente figure che dovranno studiare una strategia convincente ed efficace per inserire la pubblicità sul sito e cominciare a fare sul serio.

Argomenti trattati

Approfondimenti

P
Pinterest