Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Privitera (Luxottica): “L’IT non paga. Meglio la business technology”

Secondo il responsabile IT di Luxottica con l’IT l’innovazione “resta fine a se stessa”. Con la Business Technology invece è possibile misurare subito il ritorno degli investimenti

24 Mag 2010

"L'information technology nell'industria non serve
perchè rimane un'innovazione fine a se stessa. Meglio parlare
di Business technology (Bt) perchè si misura in termini di ritorno
dell'investimento". E' la "filosofia" che
secondo Carlo Privitera, responsabile It di Luxottica, dovrebbe
ispirare il mondo dell'industria nei confronti
dell'information technology.

"Con l'IT – spiega Privitera – siamo arrivati
all'innovazione fine a se stessa, meglio la Bt, la Business
technology, perchè l'IT si misura in spesa e investimento e
quindi può solo essere tagliata, mentre la Bt si misura in termini
di ritorno dell'investimento perché genera
fatturato".

Secondo Privitera, le aziende che operano nell'IT incentivano i
dipendenti "a produrre e piazzare quanti piu' prodotti
software e hardware possibile", ma "dopo aver piazzato il
prodotto spariscono". Bt, invece, significa "per chi
produce software e hardware creare prodotti e servizi che creino
valore per le aziende clienti" e quindi "puo' fare
bene sia all'industria che all'It" perché "lega
le performance dei due settori", conclude il top manager.