Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Ranieri alla presidenza

16 Dic 2010

Maria Renata Ranieri è la nuova presidente del CSI-Piemonte. La
sua nomina ufficiale è arrivata ieri pomeriggio, nel corso della
riunione di insediamento del nuovo Consiglio di Amministrazione.
Designata dalla Regione Piemonte e successore di Francesco Brizio,
Maria Renata Ranieri è manager di primo piano del mondo della
sanità piemontese ed è già stata Consigliere del Csi tra il 2000
e il 2005, in rappresentanza delle Aziende Sanitarie e Ospedaliere
e delle Agenzie consorziate.

Laureata alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università
degli Studi di Torino, dal 1988 Maria Renata Ranieri ha ricoperto
incarichi di Dirigente sanitario e di Direttore Sanitario di
numerose ASL. Tra il 2003 e il 2006 è stata Direttore Generale
dell'ASL10. In qualità di Commissario, ha guidato
l’A.Re.S.S., l’Agenzia regionale per i Servizi Sanitari della
Regione Piemonte e dal 2008 è direttore sanitario dell’Azienda
Ospedaliera Ospedale Infantile Regina Margherita – S. Anna di
Torino. Tra gli impegni nel mondo scientifico, Ranieri partecipa al
Direttivo della SItI (Società Italiana di Igiene Medicina
Preventiva e Sanità Pubblica), è componente del Comitato Etico
interaziendale dell'Oirm S. Anna e Ordine Mauriziano di Torino
ed è membro del Consiglio Direttivo della Società Italiana Medici
Manager (Simm).

Vicepresidente è Carlo Manacorda, (nominato in rappresentanza
della Provincia di Torino). Docente di Scienza delle Finanze –
Bilanci pubblici e di Programmazione e Controllo nelle Aziende e
nelle Amministrazioni pubbliche presso le Facoltà di
Giurisprudenza ed Economia dell'Università di Torino,
Manacorda è stato direttore generale di enti pubblici, presidente
di società private e componente di assemblee e consigli di
amministrazione.

Completano il nuovo Consiglio di Amministrazione del Csi Giovanni
Bernardelli (in rappresentanza della Regione Piemonte), Salvatore
Coluccia (per l’Università degli Studi di Torino), Marco
Mezzalama (per il Politecnico di Torino), Antonio Fazzolari (per la
Città di Torino), Davide Zappalà (per le Province diverse dalla
Provincia di Torino) e Magda Zanoni (per gli altri Enti locali
territoriali che partecipano al Consorzio).

"Sono molto lieta di questo nuovo incarico ricco di
responsabilità – afferma Maria Renata Ranieri – Le mie esperienze
lavorative mi hanno portato a conoscere bene il Csi-Piemonte e il
mondo della pubblica amministrazione e per questo non ho intenzione
di essere soltanto una figura di rappresentanza, ma voglio essere
parte integrante del sistema e mettere a disposizione tutte le mie
capacità manageriali. Per fare in modo che il Consorzio si
confermi come grande azienda di servizi pubblici, capace di
prestare massima attenzione al cittadino e ai suoi bisogni di
innovazione".

Rinnovati anche gli altri organi istituzionali del Consorzio. A
partire dal Comitato Tecnico Scientifico, di cui fanno oggi parte
14 membri: Gianfranco Balbo, Giulio Lughi, Aldo Geuna, Patrizia
Lombardi, Michela Meo, Antonio Lioy e Luigi Portinale (per gli
Atenei piemontesi), Luca Scarabosio, Ferdinando D’Isep, Silvio
Geninatti, Mario Lombardo, Pier Angelo Mariani, Fernando Anselmi e
Pasquale Volontà (per gli Enti consorziati ordinari).

Nuove nomine, infine, per il Collegio dei Sindaci, composto da
Giorgio Dulio (nominato dall’Assemblea CSI Presidente del
Collegio), Michelino Sassone (per la Regione Piemonte) e Maria
Teresa Russo (per l’Università e il Politecnico di Torino).