Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Seat Pg, ricavi Internet in crescita del 20% nel 2011

L’amministratore delegato Alberto Cappellini vede rosa: il fatturato del marketing online inciderà per il 50% sui ricavi del web. Chiuso accordo pubblicitario con le Pages Jaunes francesi

14 Apr 2011

 L'amministratore delegato di Seat Pagine Gialle Alberto
Cappellini ha annunciato che Seat si attende per quest'anno una
crescita di Internet superiore al 20%, con un'incidenza dei
servizi di marketing online pari al 50% sui ricavi web, grazie al
raggiungimento di oltre 180mila pacchetti multimediali e oltre
140mila siti web.

Nel 2010 il fatturato Internet è stato di 266 milioni di euro
(+37%) di cui 100 milioni di servizi di marketing online (+84%)
pari al 38 per cento. Entro il 2012, il gruppo prevede un
sostanziale bilanciamento tra ricavi internet e offline.

Seat Pagine Gialle ha siglato una partnership commerciale con
Horyzon Media, network digitale di Pages Jaunes, le Pagine Gialle
francesi.

Nel dettaglio, la partnership di Seat Pg con Pages Jaunes prevede
due linee di sviluppo: la prima relativa alle economie
transfrontaliere della macroregione italo-francese. Per la prima
volta le aziende italiane hanno la possibilità di pianificare le
loro campagne pubblicitarie display direttamente sul network di
websites del gruppo Pages Jaunes e le aziende francesi di avere
accesso alle directories italiane di Seat Pg.

La seconda linea riguarda invece 30 paesi, tra i quali Spagna,
Germania, Uk, America latina, Cina, oltre a Francia e Italia per
consentire alle aziende italiane e francesi di avere visibilità su
migliaia di siti. Seat Pg fa sapere inoltre di attendersi per il
2011 una crescita internet superiore alle previsioni del mercato di
riferimento (+11,5%) e prevista a oltre il 20% con una incidenza
dei servizi di marketing online di circa il 50% sui ricavi web,
grazie al raggiungimento di oltre 180mila pacchetti multimediali
complessivi e oltre 140mila siti web online complessivi.

Per quanto riguarda il nodo del debito, pari a 2,7 miliardi di
euro, il numero uno dell'azienda ha detto che "È un
processo che non ci aspettiamo verrà sviluppato in tempi brevi, ma
sono fiducioso che una azienda con basi industriali importanti
possa trovare una struttura finanziaria adeguata – ha sottolineato
Cappellini – È stato selezionato un pool di advisor per
stabilizzare la situazione finanziaria, in questi giorni
comunicheremo i nomi".

"Sul tavolo ci sono diverse opzioni", ha chiuso,
precisando di "non escludere nulla, né l'ipotesi di
conversione di bond in equity né un aumento di capitale".
"C'è continuità aziendale – ha sottolineato – e una
visibilità sui prossimi 12-18 mesi (fino a giugno 2012)".

Infine, Telegate, controllata di Seat Pg, ha vinto una causa contro
Deutsche Telekom, che dovrà pagare alla società di servizi di
directory assistance 97 milioni di euro in due tranche, la prima da
versare immediatamente pari a 45 milioni di euro e la seconda da 52
milioni di euro a maggio.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link