Sharyl Sandberg regina delle tech-women. E Marissa Mayer diventa Cenerentola - CorCom

LA CLASSIFICA DI FORBES

Sharyl Sandberg regina delle tech-women. E Marissa Mayer diventa Cenerentola

La Cfo di Facebook, per il quinto anno consecutivo, al primo posto della categoria Ict nella classifica Forbes delle donne più potenti al mondo. Argento e bronzo alle ceo di YouTube e Hp Susan Wojcicki e Meg Whitman. Brutte notizie per la numero uno di Yahoo in picchiata di ben 33 posizioni

07 Giu 2016

Mila Fiordalisi

È Sheryl Sandberg, la Chief operating officer di Facebook, la donna più potente al mondo nel comparto hi-tech. È quanto emerge dall’annuale classifica di Forbes sulle 100 donne più potenti al mondo che nell’edizione 2016 ha visto in vetta la cancelliera tedesca Angela Merkel.

Il primato nella categoria hi-tech non è una novità per la Sandberg che detiene ormai la corona da cinque anni piazzandosi al settimo posto nella top 100. Con un patrimonio personale di 1,4 miliardi di dollari non solo Sandberg è fra le più ricche manager al mondo. Al secondo posto della classifica hi-tech c’è Susan Wojcicki, ceo di YouTube (ottava nella top100) mentre la medaglia di bronzo va a Meg Whitman, ceo di HP (nona nella top100). Fra le prime 10 ci sono Virginia “Ginni” Rometty, ceo di Ibm (11ma nella top100), Angela Ahrendts, senior vice president di Apple (15ma), il co-ceo di Oracle Safra Catz (20ma), la Cfo di Alphabet Ruth Porat (27ma), Ursula Burns ceo di Xerox (34ma), Lucy Peng, ceo di Ant Financial (35ma) e Ami Hood, Cfo di Microsoft (44ma).

A distanza – è 55ma nella classifica globale – si posiziona il ceo di Yahoo Marissa Mayer che ha perso ben 33 posizioni anche e soprattutto a causa della crisi in cui versa il motore, che peraltro è stato messo in vendita. Se è vero che sta progressivamente aumentando la presenza delle donne in posizioni di vertice è anche vero, come si evince da un report a firma dello studio legale Fenmick & Est che le donne occupano solo l’11% dei posti della categoria “executive” nelle aziende della Silicon Valley. E appena il 9% dei ceo delle tech-company dell’area californiana è donna. Al di là della “valle” solo il 25% dei lavori IT sono coperti da donne e solo il 5% delle startup è capitanato dal gentil sesso.

LE TECH WOMEN 2016 NELLA TOP 100 DI FORBES

1. Sheryl Sandberg, coo Facebook (settima nella top100)

2. Susan Wojcicki, ceo YouTube (ottava nella top 100)

3. Meg Whitman, ceo Hp (nona nella top100)

4. Ginni Rometty, ceo Ibm (11ma nella top100)

5. Angela Ahrendts, Senior VP Apple (15ma nella top 100)

6. Safra Catz, co-ceo, Oracle (20ma nella top 100)

7. Ruth Porat, cfo Alphabet (27ma nella top 100)

8. Ursula Burns, ceo Xerox (34ma nella top 100)

9. Lucy Peng, ceo Ant Financial Services Group (35ma nella top 100)

10. Amy Hood, cfoMicrosoft (44ma nella top100)

11. Marissa Mayer, ceo Yahoo, (55ma nella top100)

12. Zhou Qunfei, chair Lens Technology (61ma nella top100)

13. Gwynne Shotwell, coo SpaceX (76ma nella top100)

14. Solina Chau co-founder Horizon Ventures (81ma nella top100)

15. Mary Meeker, partner Kleiner Perkins Caufield & Byers (86ma nella top100)

16. Jenny Lee, Managing Partner, GGV Capital (100ma nella top100)