Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

LA VERTENZA

Sirti, lavoratori in piazza per far ripartire la trattativa

Il prossimo 24 maggio a Milano manifestazione unitaria dei sindacati. Bellavita (Fiom): “L’azienda torni al tavolo di confronto”

22 Mag 2012

F.Me.

“La Sirti si è assunta una grave responsabilità nel rompere il sottile filo del confronto che si era riaperto grazie all’intervento delle Prefetture di tutta Italia, e di Milano in particolare, e grazie alla straordinaria mobilitazione degli operai e degli impiegati della stessa Sirti.” Lo sottolinea in una nota Sergio Bellavita, segretario nazionale Fiom-Cgil responsabile per il settore Ict.

“Non siamo disponibili ai licenziamenti e alla concessione della Cassa come strumento di ricatto e discriminazione – prosegue il sindacalista – In Sirti, come in tante altre aziende, ci sono manager che pretendono di usare la crisi per cancellare diritti, espellere disabili, tagliare le retribuzioni e aumentare i carichi di lavoro per chi resta. A questo proposito, il disastro sociale oggi certificato dall’Istat è sotto gli occhi di tutti.”

“Per parte nostra, confermiamo piena disponibilità a discutere del massimo utilizzo dei contratti di solidarietà, della Cassa integrazione guadagni straordinaria con rotazione garantita. Così come confermiamo piena disponibilità a costruire un nuovo accordo di Gruppo allo scopo di rilanciare Sirti e salvaguardare l’occupazione.”

“Ma oggi si tratta innanzitutto di riportare la Sirti al tavolo del confronto sindacale – conclude la nota – Per far ripartire la trattativa, le Organizzazioni dei metalmeccanici Fim, Fiom, Uilm hanno indetto una manifestazione a Milano per giovedì 24 maggio.”

Argomenti trattati

Approfondimenti

F
fiom sergio bellavita
S
sirti

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link