Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

PRIVACY

Street View, il Regno Unito riapre il caso

Le autorità britanniche riavviano l’indagine per presunta violazione della privacy da parte di Gooogle dopo il rapporto dell’Ico secondo cui i dispositivi usati per le riprese hanno “rubato” e-mail, sms e password riservate

14 Giu 2012

P.A.

Le autorità britanniche hanno riaperto il caso Street View in Uk. Al centro dell’indagine la presunta violazione della privacy da parte del servizio di mappatura delle strade di Google Street View.

La nuova indagine è stata avviata dopo la pubblicazione da parte dell’Information Commissioner’s Office (Ico) del rapporto Usa, secondo cui le macchine usate per la raccolta di dati per le mappe raccolti dalle Street View di Mountain View negli Usa contengono email, password e informazioni private degli utenti captate involontariamente dalle reti wi-fi.

“Elencate esattamente che tipo di dati personali e dati sensibili sono stati raccolti durante l’attività di raccolta dati in Gran Bretagna”, scrive Steve Eckersley, responsabile dell’applicazione del report dell’Ico al Senior Vice President di Google Alan Eustace.

L’Ico è un’autorità indipendente britannica che lavora per difendere i diritti dell’informazione e la privacy degli individui. Nel novembre del 2010 Google si è impegnata a cancellare i frammenti di dati personali raccolti dalle reti wireless dai veicoli in campo per il servizio Street View.

Argomenti trattati

Approfondimenti

G
google
P
privacy
S
street view

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link