Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Taglio del nastro per l’Innovation Campus di Microsoft

Alle porte di Milano operativa la sede “green” dell’azienda. Scott Jovane: “Inauguriamo anche una nuova organizzazione del lavoro, più flessibile e arrenta alle esigenze dei singoli”

09 Giu 2011

Sorge al confine con il Parco Agricolo Sud di Milano, nel Comune di
Peschiera Borromeo, l'Innovation Campus di Microsoft. Il
complesso, progettato sulla base dei principi di ecosostenibilità
sanciti dallo standard Leed, si sviluppa su una superficie
complessiva di circa 150 mila metri quadri e comprende uffici, open
space e sale riunioni altamente flessibili, disposti su più piani,
un auditorium da quasi quattrocento posti, sale conference e
training, palestra, campo di calcetto, percorso running,
ristorante, bar, minimarket e parcheggi completamente interrati per
circa mille posti auto. In posizione adiacente all’edificio
sorgono anche un asilo nido e la scuola materna.

Ideato da progettisti interni allo staff Vitali su indicazioni
precise di Microsoft, è stato completato dallo studio Flores &
Prats di Barcellona, per quanto concerne l’involucro esterno e da
RE Value nella realizzazione delle parti interne. Il tutto con
l’ausilio di esperti che potessero garantire il rispetto e la
valorizzazione del contesto ad alto valore paesaggistico.

Il progetto è caratterizzato da una visione strategica globale
tesa al risparmio energetico attraverso l’utilizzo di sistemi ad
alto rendimento. Si tratta sia di sistemi attivi (impianti che si
adattano alle soluzioni più innovative) sia passivi (utilizzo di
sistemi e tecnologie a basso impatto ambientale), come ad esempio
il teleriscaldamento, la geotermia a ciclo aperto, il fotovoltaico,
il solare termico, il recupero ed il riutilizzo delle acque
meteoriche e l’attento uso di materiali ad alta efficienza
energetica.

La strategia "green" si sposa con quella votata al
massimo comfort dei dipendenti e ad una modalità lavorativa di
nuova generazione.

“Una nuova organizzazione del lavoro, più flessibile e attenta
alle esigenze e alle responsabilità dei singoli, può portare a
grandi risultati: questa innovazione ci permetterà di migliorare
l’efficacia nostra e dei nostri partner generando un incremento
delle attività di business del 50% nel giro di 4 anni – dichiara
Pietro Scott Jovane, Amministratore Delegato di Microsoft Italia.
“Un ambiente di lavoro in costante evoluzione, nato dalla
perfetta sinergia tra innovazione tecnologica e progresso
culturale, è uno dei più poderosi incentivi per l'aumento
della produttività aziendale. Puntare sulle persone è un elemento
che fa parte da sempre del dna di Microsoft e nel mondo attuale,
caratterizzato da un'elevata mobilità e sempre più incentrato
sull'individuo, le aziende destinate ad avere successo saranno
quelle dotate dell'elasticità intrinseca necessaria per
cambiare, in linea con le preferenze lavorative dei dipendenti e
con i trend esterni. Ci attendiamo, inoltre, una sensibile
contrazione delle esigenze di viaggio con una riduzione
dell’emissione di anidride carbonica e gas pari al 20% nel giro
di 4 anni e del 30% entro 5 anni".

Articolo 1 di 5