Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Telit, turbo sui ricavi. Ora si punta all’espansione

L’azienda attiva nel m2m chiude il primo semestre 2010 con un +60% nei ricavi a 59 milioni di dollari e punta a eventuali acquisizioni. In cantiere una piattaforma per l’offerta di prodotti con connessione integrata

09 Set 2010

Tempo di crescita per l’Internet delle cose e le aziende che lo
sostengono. E’ il caso di Telit, società di Trieste che nel
primo semestre 2010 mette a segno un +60% nei ricavi a 59 milioni
di dollari mentre la perdita di quasi 3 milioni del 2009 si è
trasformata in un utile netto di 1,4 milioni.

L’azienda, attiva nel m2m, dovrebbe chiudere l’anno con 130
milioni di dollari di ricavi. “Se si immagina il mondo del futuro
– ha detto il ceo Oozi Cats a Milano Finanza – non esisterà alcun
oggetto che non sia connesso”. Con 18 sedi in tutto il mondo,
terzo operatore mondiale del settore, ora Telit punta a consolidare
la crescita con una politica di acquisizioni. Il focus
dell’azienda è lo sviluppo dei servizi di connettività, in
particolare con un progetto che prevede lo sviluppo di una
piattaforma per l’offerta di prodotti già connessi grazie a sim
di connettività.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link