Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Un software che migliora l’uso dei server backup

19 Mag 2010

Emc annuncia nuove funzionalità di protezione dei dati basate su
disco grazie all’opzione software Emc Data Domain Boost. DD Boost
è la prima soluzione a ottimizzare e accelerare l’interazione
tradizionale del software di backup con lo storage di
deduplicazione. Distribuendo alcune parti del processo di
deduplicazione sul server di backup, DD Boost aumenta il throughput
aggregato sui sistemi di storage deduplication Emc Data Domain di
circa il 50%, riducendo al tempo stesso il carico sulla Lan e sui
server di backup. DD Boost, la più avanzata interfaccia di
trasporto e gestione verso i sistemi Data Domain, è già
supportata da software di terze parti tra cui Symantec NetBackup e
Backup Exec. Nel corso dell’anno, DD Boost consentirà questa
stessa interoperabilità con Emc NetWorker, abilitando il mercato
del software di backup di livello enterprise a migliorare in
maniera significativa le prestazioni e a semplificare le
funzionalità amministrative all’interno di ambienti esistenti
sfruttando le capacità di DD Boost.

Tradizionalmente, i server di backup interagivano con i sistemi
storage utilizzando protocolli standard quali Nas o emulazione di
librerie di nastri. I vendor stanno sempre più realizzando
interfacce, utilizzabili da prodotti di system storage, di modo che
il software di backup possa gestire e sfruttare le avanzate
funzionalità dei sistemi storage. DD Boost si avvale di questo
approccio e lo porta a un nuovo livello, diventando la prima
implementazione del mercato a distribuire l’elaborazione della
deduplicazione dello storage al server di backup tradizionale.

La libreria software DD Boost è distribuita sul server di backup e
identifica i segmenti di dati in linea a mano a mano che arrivano.
Dopo aver chiesto al sistema di storage Data Domain quali segmenti
sono nuovi, li comprime e li manda avanti. Oltre ad aumentare il
throughput aggregato del sistema di storage, il traffico sulla rete
locale viene ridotto dall’80 al 99%, dato che segmenti di dati
ridondanti non vengono trasmessi in rete solo per essere eliminati
come duplicati più tardi. Riduce inoltre l’utilizzo complessivo
di risorse sui server di backup esistenti dal 20 al 40% dato che
minimizza l’overhead legato alle copie di dati.

Dettagli e vantaggi del prodotto:
• Le nuove funzionalità di DD Boost incrementano il throughput
aggregato del backup su sistemi Data Domain di circa il 50%. Per
esempio, il benchmark di Emc Data Domain DD880, il sistema
single-controller di punta dell’azienda, è aumentato a 8,8TB/ora
rispetto a 5,4TB/ora con l’introduzione del prodotto.
• In aggiunta, DD Boost permette alle applicazioni di backup di
controllare il software Emc Data Domain Replicator di modo che
copie multiple di dati possono essere gestite dalla console
dell’applicazione di backup, offrendo agli amministratori una
vista globale del loro ambiente di backup e Dr.
• Grazie al software DD Replicator, DD Boost può automatizzare
il Wan vaulting per l’utilizzo in disaster recovery, backup di
uffici remoti o iniziative di consolidamento su nastro multi-sito.
La deduplicazione cross-site riduce ulteriormente l’ampiezza di
banda dato che solo la prima istanza di dati viene trasferita su
qualunque dei segmenti Wan.
• DD Boost supporta tutti i sistemi Data Domain, compreso il
nuovo Emc Data Domain Global Deduplication Array.

“L’integrazione del software di backup con lo storage di
deduplicazione non è solo relativo all’incremento di prestazioni
– ma di funzionalità per consentire un’esperienza utente più
sofisticata”, commenta Laura DuBois, Program Director, Storage
Software in Idc. “Con DD Boost, Emc permette agli utenti di
ridisegnare in modo efficace il backup utilizzando dischi e
deduplicazione per risolvere le sfide comunemente associate alle
infrastrutture legacy”.

“Non c’è stato un significativo cambio di ruoli tra backup
client, backup server e target storage di architetture di software
di backup tradizionali negli ultimi 20 anni”, aggiunge Brian
Biles, Vice President Product Management Emc Backup Recovery
Systems. “Distribuendo parti del processo di deduplicazione sul
server di backup, da quest’ultimo fino al sistema Data Domain
tutto diventa più veloce ed efficiente. Rappresenta un cambiamento
epocale nell’architettura che sarà alla base dei prodotti di
protezione di dati disk-based di nuova generazione”.

Disponibilità
Il software DD Boost è già disponibile con Symantec NetBackup e
Backup Exec. DD Boost per Emc NetWorker sarà disponibile nella
seconda metà del 2010.