Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Una soluzione per gestire il cloud storage

03 Nov 2009

Symantec Corp ha presentato Symantec FileStore, la nuova soluzione
che offre alle aziende la possibilità di implementare servizi
storage ad alta scalabilità e prestazioni basati su file, compresi
cloud pubblici e privati. La piattaforma FileStore ha già
registrato risultati eccezionali nelle operazioni di file serving
nell'ambito dei benchmark standard SPEC (Standard Performance
Evaluation Corporation) superando nettamente i record precedenti.

Nel corso dei test, infatti, un sistema equipaggiato con il
software FileStore ha registrato il risultato record di 176.728
SPECsfs2008_nfs.v3 operazioni per secondo con un tempo di
risposta complessivo di 1,67ms. I risultati registrati dalla
soluzione FileStore nell'impiego di software attualmente
disponibile rappresentano un throughput superiore del 47% e un
tempo di risposta complessivo inferiore del 14% rispetto ai
risultati ottenuti dalla piattaforma NetApp FAS6080
nell'agosto 2009. Già disponibile, la piattaforma FileStore
è in grado di gestire e proteggere le informazioni critiche
massimizzando le performance di sistema e scalando prestazioni e
capacità in maniera "non-disruptive" al variare delle
esigenze applicative. Le aziende di qualunque dimensione
interessate a beneficiare dei vantaggi offerti dai cloud privati
in termini di disponibilità e capacità nella gestione di grandi
volumi di dati hanno, dunque, la possibilità di ridurre i costi
grazie a una soluzione software indipendente dalla piattaforma e
abbinata a normale hardware commerciale. Symantec utilizza
attualmente la piattaforma FileStore come architettura storage
basata su file per i propri servizi cloud, con oltre 40 petabyte
di capacità storage online a disposizione di più di nove
milioni di utenti, il più grande ambiente storage SaaS del
mondo. Symantec inoltre utilizza Veritas Storage Foundation for
Windows e Veritas Cluster Server per gestire la capacità storage
di backup. Grazie alla soluzione FileStore, Symantec è in grado
di offrire servizi di backup online affidabili e ad alte
prestazioni a una frazione del costo ottimizzando le percentuali
di utilizzo dello storage ed eliminando i downtime programmati
richiesti per potenziare le performance e la capacità o per
svolgere le normali attività amministrative. "Siamo
orgogliosi degli ottimi risultati e dell'incontrastato
rapporto prezzo/prestazioni che caratterizzano la soluzione
Symantec FileStore", ha dichiarato Jeff Reed, Vice President
of Clustered Storage di Symantec. "I risultati ottenuti nel
benchmark SPECsfs dimostrano come il software FileStore fornisca
le alte prestazioni richieste oggi dalle aziende per i loro
ambienti cloud storage senza però introdurre vincoli in costose
infrastrutture hardware proprietarie".

Con la soluzione FileStore le aziende possono aggiungere o
rimuovere in maniera dinamica capacità storage senza dover
portare i sistemi offline. La piattaforma FileStore è integrata
in maniera nativa con le principali soluzioni Symantec per la
gestione della sicurezza e delle informazioni, tra cui Symantec
NetBackup e Symantec Endpoint Protection. Questi servizi operano
direttamente sui nodi FileStore, riducendo in questo modo i colli
di bottiglia a livello prestazionale, accrescendo la sicurezza e
semplificando le operazioni, oltre ad eliminare l'esigenza di
ulteriori risorse server e storage per il backup e la sicurezza.
Un unico sistema FileStore è in grado di scalare fino a un
massimo di 16 nodi e 2 PB di capacità storage complessiva. Il
prodotto è progettato per essere scalabile dalle più semplici
configurazioni entry-level attraverso convenienti incrementi
graduali, così da rispondere alle esigenze di budget e capacità
di ogni organizzazione IT. Un processo d'implementazione
semplificato provvede al deployment e alla configurazione in
modalità automatica sulla base di pochi parametri forniti
dall'amministratore, pur rispondendo perfettamente ai
requisiti prestazionali di complesse applicazioni caratterizzate
da file di grandi dimensioni quali l'imaging medicale o
l'analisi geofisica.

"Con l'aumentare del numero delle aziende interessate a
nuovi modi per incrementare l'efficienza storage e ridurre le
complessità di gestione associate ad ambienti sempre più
complessi, cresce l'interesse verso la possibilità di
valorizzare le architetture storage già realizzate da provider
di cloud pubblici e servizi storage", ha osservato Noemi
Greyzdorf, Research Manager di IDC. "Nel valutare le opzioni
disponibili, i responsabili storage devono considerare costi,
scalabilità, disponibilità, gestibilità e prestazioni di
qualunque soluzione possa costituire il fondamento di servizi
storage basati su file. Con la soluzione FileStore, Symantec si
trova in prima fila proponendo una piattaforma capace di fornire
l'infrastruttura indispensabile per rispondere alle mutevoli
esigenze degli ambienti storage aziendali". La soluzione
FileStore utilizza il sofisticato file system interpiattaforma di
Symantec, il quale funge da fondamento per un efficace ambiente
di elaborazione nato vent'anni or sono con il primo file
system UNIX con capacità di journaling – Veritas Storage
Foundation – ed evolutosi costantemente fino all'ambiente
Veritas Cluster File System. La piattaforma FileStore fornisce un
fondamento omogeneo tanto per i modelli storage tradizionali
quanto per i nuovi modelli di cloud privati, ed è stata
progettata per accrescere la scalabilità in modo da supportare
le applicazioni di livello multi-petabyte migliorando nel
contempo la resilienza degli ambienti storage e contenendo i
costi fissi e variabili associati allo storage. Prezzi e
disponibilità

La soluzione Symantec FileStore è già disponibile a partire
da 6.995 dollari per la configurazione con due nodi e due socket
per CPU.

 

Il benchmark SPECsfs2008
Il benchmark SPECsfs2008 misura il throughput e il tempo di
risposta dei server NFS e CIFS con carichi che riproducono le
attività tipiche dei server di grandi dimensioni in ambienti
d'impiego reali. I risultati sono illustrati tramite un grafico
che mostra una serie di 10 o più punti di carico, esprimendo il
numero di operazioni al secondo sull'asse X e la latenza
sull'asse Y. Il valore di punta nelle operazioni al secondo e
il calcolo del tempo di risposta complessivo per l'intero test
sono forniti quale riepilogo del benchmark.

I dati competitivi del benchmark espressi in precedenza
rispecchiano i risultati pubblicati all'indirizzo
www.spec.org alla data del 15 ottobre 2009. Il confronto in
oggetto è basato sulla velocità e la capacità di risposta alle
richieste da parte di file server utilizzanti il protocollo
NFSv3. Per conoscere i risultati aggiornati relativi al benchmark
SPECsfs è possibile visitare l'indirizzo:
www.spec.org/sfs2008.