Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL REPORT

Video on demand in volata: in Europa ricavi a 10 miliardi nel 2022

Lo rileva lo studio ITMedia Consulting. Il 2018 anno dell’espansione del settore nel Vecchio Continente: Netflix leader indiscusso con il 50% del fatturato. E nei prossimi anni sprint dal 5G

18 Giu 2019

F. Me.

Netflix “re” nel Vod in Europa. Il nuovo Rapporto ITMedia ConsultingVideo on Demand in Europe: 2019-2022 – The Netflix’s Throne”, evidenzia come il 2018 abbia rappresentato l’anno dell’espansione del video on demand in tutta l’Europa occidentale. I servizi on demand hanno registrato una maggiore popolarità e un forte aumento dei ricavi, trainati, appunto, da Netflix e dall’esplosione dei servizi ad abbonamento Svod.

In un settore sempre più affollato e altamente competitivo, Netflix si attesta di gran lunga come il leader a livello globale e in Europa occidentale, leadership confermata da una quota di mercato superiore al 50% dei ricavi Svod.

Anche nei prossimi 4 anni, secondo ITMedia Consulting, il mercato presenterà tassi di crescita ancora in doppia cifra: il mercato del Video on Demand supererà 10 miliardi di euro di ricavi nel 2022.

“Ciò sarà frutto anche del consolidamento – si legge nel report attraverso fusioni e acquisizioni e alleanze strategiche, che coinvolge i più grandi studi di Hollywood come Disney, Fox, Warner e Universal tra loro e con i principali operatori di telecomunicazioni, cavo e pay-TV, consentendo la creazione di pacchetti di dati e di contenuti, tramite offerte quad-play, che svolgeranno un ruolo ancora più importante nella gestione del flusso di Big Data e Intelligenza Artificiale, nonché promuovendo un consumo multiscreen sempre e ovunque.”.

Entro il 2022, infatti, il traffico prodotto da contenuti video sarà maggiore di quanto se ne sia mai generato nei complessivi ultimi 32 anni dalla nascita di Internet, grazie anche all’hype che ruota attorno al 5G e all’ingresso di questi nuovi operatori globali, che focalizzandosi sul concetto di “smart home”, produrranno e distribuiranno direttamente contenuti da un proprio servizio in esclusiva e in alternativa rispetto ai concorrenti.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

I
ITMedia consulting
N
netflix
V
vod

Articolo 1 di 5