Xiaomi, utile netto a +35%. Via a piano da 6,5 miliardi di investimenti - CorCom

IL BILANCIO 2019

Xiaomi, utile netto a +35%. Via a piano da 6,5 miliardi di investimenti

Fatturato record a 26,5 miliardi di euro, pari a una crescita del 17%. L’azienda cinese batte le attese. La produzione operativa al 90% nonostante l’emergenza Coronavirus

01 Apr 2020

Domenico Aliperto

Risultati positivi per il 2019 di Xiaomi. Il gruppo cinese specializzato in soluzioni di connettività e nella produzione di smartphone e hardware intelligenti ha raggiunto una solida crescita in tutti i segmenti di business. I ricavi totali dell’azienda hanno superato per la prima volta i 200 miliardi di Rmb (renminbi cinesi), raggiungendo 205,8 miliardi (26,5 miliardi di euro al cambio odierno), in crescita del 17,7% su base annua, con un tasso annuo di crescita composto (Cagr) in nove anni del 112%. L’utile netto rettificato è stato di 11,5 miliardi di Rmb, con un aumento del 34,8% rispetto al 2018. L’utile per azione è stato di 0,0423 Rmb, mentre l’importo complessivo delle risorse di cassa è stato di 66 miliardi di Rmb.

Nel quarto trimestre del 2019, sottolinea l’azienda nel medesimo comunicato, le entrate totali di Xiaomi sono cresciute del 27,1% raggiungendo i 56,5 miliardi di Rmb. L’utile netto rettificato è stato di 2,3 miliardi di Rmb, in aumento del 26,5% rispetto all’anno precedente.

L’impegno di Xiaomi nell’era del coronavirus

WHITEPAPER
Come migliorare la redditività grazie alla digital transformation nel settore industriale
Digital Transformation
IoT

“Nonostante i venti contrari della guerra commerciale sino-americana e la recessione economica globale, Xiaomi si è distinta nel 2019 con una serie di risultati encomiabili poiché i nostri ricavi hanno superato per la prima volta i 200 miliardi di Rmb”, rimarca Lei Jun, Fondatore, Presidente e Ceco di Xiaomi.

“Abbiamo anche celebrato diversi traguardi chiave, che vanno dal successo del lancio della nostra strategia dual-brand, con lo spin-off e la gestione indipendente di Xiaomi e Redmi, all’affermazione di ‘5G + AIoT’ come nostra tabella di marcia strategica, fino alle all’ingresso nei prestigiosi livelli della Fortune Global 500 e nella Top 100 dei 100 marchi globali più importanti di BrandZ. “Mentre il mondo intero è ancora sotto le ombre scure di Covid-19”, continua Jun, “abbiamo mantenuto la nostra forte attenzione sull’efficienza per far fronte a questo ciclone economico con tutti. In Xiaomi crediamo fermamente che il nostro successo commerciale a lungo termine sia sostenuto da innovazioni tecnologiche e, a tal fine, prevediamo di investire 50 miliardi di Rmb nei prossimi cinque anni, mentre ci concentriamo incessantemente sull’innovazione tecnologica e sull’esperienza utente per far crescere la nostra fedele base di Mi Fan. Nel complesso, continuiamo a lavorare con impegno affinché la tecnologia possa in futuro migliorare la connessione tra le persone e la vita di tutti”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3