Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

STRATEGIE

Industria 4.0 e big data, sul piatto del Miur 18 milioni per i dottorati innovativi

Il bando punta ad accrescere l’attrattività dei percorsi di dottorato a caratterizzazione industriale in 8 regioni. Le università potranno proporre esperienze da svolgersi all’estero e presso le imprese. Presentazione delle domande entro il 15 maggio

09 Mag 2018

Università, 18 milioni di euro per i dottorati innovativi a caratterizzazione industriale. Li mette a disposizione il Miur attraverso un bando previsto dal programma di fondi europei. La scadenza per la presentazione delle domande è il 15 maggio.

L’iniziativa punta ad accrescere l’attrattività dei percorsi di dottorato degli Atenei statali e non statali delle otto Regioni del Mezzogiorno, in collaborazione con imprese e soggetti internazionali di eccellenza. Il bando rientra nell’attuazione delle misure per il sostegno del capitale umano previste all’interno del Programma Operativo Nazionale FSE-FESR “Ricerca e Innovazione 2014-2020”, ricompreso nel Programma Nazionale della Ricerca 2015-2020 approvato dal Governo nella seduta straordinaria del CIPE dell’1 maggio 2016.

Attraverso questo decreto, le Università potranno proporre dottorati la cui frequenza dovrà svolgersi obbligatoriamente all’estero (da un minimo di 6 a un massimo di 18 mesi) e presso le imprese (anche qui, da 6 a 18 mesi). Questo per consentire alle dottorande e ai dottorandi di qualificare “in senso industriale” le proprie esperienze formative e di ricerca, migliorando così la propria occupabilità e, di conseguenza, l’intero tessuto produttivo dei territori interessati dal programma: le Regioni in ritardo di sviluppo (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) e le Regioni in transizione (Abruzzo, Molise, Sardegna).

Nello specifico, il nuovo Bando Azione I.1 “Dottorati Innovativi con caratterizzazione industriale” finanzia le borse di dottorato relative ai corsi accreditati dall’Anvur nell’ambito della programmazione dei Corsi di Dottorato XXXIV Ciclo – Anno Accademico 2018/2019.

Con la dotazione finanziaria il decreto prosegue il percorso avviato con i precedenti avvisi del Bando PON R&I “Dottorati Innovativi con Caratterizzazione Industriale”, basati su nuove modalità di collaborazione con il mondo imprenditoriale e sulla promozione e il rafforzamento dell’alta formazione e della specializzazione post laurea di livello dottorale, in coerenza con i bisogni del sistema produttivo nazionale.

A tale proposito, il nuovo bando (che consente la presentazione di 3 domande per corso) include anche gli specifici fabbisogni relativi alla strategia di trasformazione del manifatturiero di Industria 4.0 e al settore dei big data, per le aree disciplinari a forte vocazione scientifico-tecnologica.

Le domande dovranno pervenire nelle modalità indicate dal bando e potranno essere presentate, a partire dal 15 maggio 2018 ed entro e non oltre le ore 15.00 del 15 giugno 2018, sul sito CINECA, all’indirizzo http://dottorati.miur.it.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

B
big data
I
industria 4.0
M
miur

Articolo 1 di 5