Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Berlusconi jr: Sky non merita le frequenze terrestri

Il vicepresidente Mediaset: “Si rischia una crisi come quella spagnola: che ha costretto il governo a intervenire”

01 Lug 2010

''Non credo sia giusta la partecipazione di Sky alla gara
per l'assegnazione delle frequenze''. Lo ha ribadito il
vicepresidente Mediaset Piersilvio Berlusconi nel corso della
presentazione dei palinsesti autunnali. ''Se rimangono
definite le differenze tra chi fa pay tv, tv free, satellite e
digitale, ci sarà un livello di competizione altissimo e c'è
spazio per tutti – ha detto il vicepresidente -. Se tutti fanno
tutto ci sara' grande confusione e succedera' come in
Spagna dove il mercato televisivo e' andato in crisi
proprio per quello, e poi e' dovuto intervenire il
governo''.

''Vorrei poi ricordare che se non ci fosse Premium, Sky
avrebbe il monopolio assoluto'', ha aggiunto sottolineando
poi che comunque 'nonostante tutti i suoi propositi
iniziali' Sky e' rimasta inchiodata ai suoi 4 milioni e 700
mila abbonati da
alcuni anni''.