Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Bonaiuti sulle emittenti locali: “Studiamo forme di sostegno”

Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio cerca di rassicurare radio e tv locali, che sono sul piede di guerra dopo i tagli di 40 milioni di euro presenti nel decreto ‘milleproroghe’

15 Mar 2010

Radio e tv locali possono tornare a sperare. Lo spiraglio lo offre
il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Paolo Bonaiuti che
ad Andria, nel corso di un incontro elettorale, ha detto che “il
Governo sta studiando una misura di sostegno alle radio e tv
locali”. Il sottosegretario parla di un “momento delicato”,
causato anche dal “passaggio al digitale”, ma rassicura le
emittenti. “Stiamo studiando, anche su interessamento del
ministro Fitto, qualche misura di sostegno al settore”.

Le emittenti sono sul piede di guerra perché colpite da un
articolo del decreto "Milleproroghe" che ha sottratto i
40 milioni di euro a sostegno dell'editoria locale tv e radio.