Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

COPYRIGHT

Diritto d’autore, Gambino: “Riforma compete al Mibac”

Secondo il giurista, già presidente del Comitato Consultivo per il Diritto d’autore, “è corretto intervenire sulla legge per adeguarla alle nuove tecnologie, ma occorre coinvolgere il Ministero per i Beni e le Attività Culturali”

23 Apr 2012

P.A.

"E` corretto intervenire sulla legge sul diritto d`autore per adeguarla alle nuove tecnologie, ma occorre coinvolgere l`autorità che per legge ha la primaria competenza in materia, che, come è noto, è il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, cui spetta la regolazione e la definizione dei contenuti autoriali da tutelare". Così ha dichiarato stamane, nella relazione introduttiva alla Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d`Autore, organizzata dall`Unesco alla Camera dei Deputati, il prof. Alberto Gambino, ordinario di diritto privato e già presidente del Comitato Consultivo per il Diritto d`autore.

"Non si comprende, dunque, perché il dibattito è totalmente concentrato sul rimbalzo di competenze tra ministro dello Sviluppo economico e Agcom, quando è soprattutto chi ha la delega sul patrimonio artistico e culturale italiano a doversene occupare, altrimenti – conclude il giurista – altri interessi, distanti da quelli tipicamente autoriali, avranno la meglio". Al convegno sono presenti, tra gli altri, il Sottosegretario al Ministero dei Beni e le Attività Culturali, Roberto Cecchi e il presidente Unesco Italia Giovanni Puglisi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link