Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

E-book made in Italy: in un anno titoli triplicati

Secondo l’Associazione italiana editori l’offerta di libri in formato digitale, fruibili da Internet o tablet, copre l’1,5% del mercato. Giro d’affari di 3,4 milioni di euro, pari allo 0,4% del totale

06 Dic 2010

Sono più che triplicati nel 2010 i titoli di e-book disponibili
sul mercato italiano: è quanto emerge dai dati presentati
dall’Ufficio studi dell’Associazione Italiana Editori (Aie)
nell'ambito dell'incontro E-book: primi segnali dal
mercato, che si è svolto oggi al Palazzo dei congressi
dell'Eur a Roma nell'ambito della Fiera della piccola e
media editoria Più libri più liberi.

L'offerta di titoli ebook arriva a coprire l'1,5% dei
titoli. Secondo le elaborazioni su dati Ie-Informazioni Editoriali,
sono oggi 5.900 i titoli e-book in italiano disponibili (esclusi
articoli di riviste scientifico-accademiche), pari all'1,5% dei
titoli "commercialmente vivi". Per un confronto, a
gennaio 2010 erano 1.619, pari allo 0,4%.

I generi: in base alle elaborazioni dell’Ufficio studi Aie su
5.135 campionamenti, il 70% dei titoli riguarda la narrativa adulti
italiana, seguiti a distanza dai classici (11,5% dei titoli) e dai
gialli (8,4% dei titoli), dalla fantascienza e fantasy (4,1%) e
dalla narrativa rosa (3,7% dei titoli).

Il mercato: oggi l'ebook vale in Italia lo 0,1% del mercato
trade (3.440mila euro). Secondo l'Association of American
Publishers, negli Stati Uniti le vendite degli e-book si prevede
supereranno a fine anno il 9% delle vendite complessive di
libri.

Acquirenti di ebook: sono 665mila nell'ultimo anno, pari
all'1,3% degli italiani, gli utenti che negli ultimi 12 mesi
hanno acquistato un ebook, come emerge dalle elaborazioni
dall’Osservatorio permanente contenuti digitali. È nel cluster
degli Eclettici – gli italiani che abbinano spesso contenuti
culturali e tecnologia – che troviamo però la maggior
concentrazione di persone che dichiarano di "aver
acquistato" file di e-book da piattaforme straniere e/o
italiane: 238mila individui, il 36% di chi li compra. Esistono
forti correlazione con genere (1,7% uomini rispetto allo 0,9%
donne) e titolo di studio (2,3% tra i laureati rispetto allo 0,7%
licenza media).

Lettura su ebook: interessa già oltre 1 milione di italiani –
Secondo le elaborazioni dell’Ufficio studi Aie
sull’Osservatorio permanente contenuti digitali, la lettura (e
l'abitudine a leggere) su schermi digitali continua a crescere:
più o meno è triplicata rispetto al 2006. Riguarda oggi oltre 2
milioni di italiani (con più di 14 anni), che si percepiscono
lettori anche se il supporto non è più la pagina ma internet, il
computer, etc etc. Di questi, il 2,1% (e parliamo di oltre un
milione di italiani – 1.091.000 persone per la precisione)
afferma di aver letto un ebook.

E i piccoli? Pubblicano già il 6% dei loro titoli in formato eBook
– Sono 131, in base alle elaborazioni dell’Ufficio studi Aie, le
case editrici italiane che hanno in catalogo "almeno un
titolo" in formato e-book in lingua italiana. Di queste, 94
sono piccole case editrici, con un catalogo medio di e-book di 16
titoli. Complessivamente il "catalogo" che sviluppano è
di 1.472 ebook corrispondente al 6% di titoli che la piccola
editoria ha proposto (tra novità e ristampe).

"La strada che si sta delineando in Italia nel mercato
dell'eBook è segnata da un'importante scelta da parte
degli editori – ha detto Mauro Zerbini, amministratore delegato di
Internet Bookshop – di uno standard unico di traduzione in formato
digitale dei testi presenti nei loro cataloghi cartacei. Una scelta
dettata dalla volontà di essere sempre più vicini al consumatore
che non vuole sentirsi obbligato all'acquisto di un eReader che
sia vincolato a formati proprietari degli ebook e alla conseguente
poca disponibilità di catalogo. Come abbiamo visto dai dati
presentati da Cristina Mussinelli dell'Aie negli ultimi quattro
mesi i titoli in formato eBook resi disponibili sulle diverse
piattaforme presenti in Italia sono più che triplicati. La
sensazione che abbiamo è che la disponibilità dei libri
elettronici, fruibili sui diversi device, generi una nuova
propensione alla lettura senza cannibalizzare il mercato del libro
cartaceo. Ibs.it ha lanciato la sezione degli eBook sul proprio
sito lo scorso maggio a Torino e ad oggi offre un catalogo di oltre
5mila titoli suddivisi tra classici e novità. Da pochi giorni
abbiamo messo in prenotazione l'eReader LeggoIBS che sarà
disponibile dal prossimo 20 gennaio. Un reader con connettività 3G
gratuita che darà diretto accesso al catalogo sempre aggiornato di
ibs.it.".

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link