Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Facebook, 10 cents a chi clicca sulle pubblicità

I “crediti” si possono spendere su Deals, la piattaforma per gli acquisti di gruppo che punta a detronare Groupon. Scendono in campo gli editori di games

06 Mag 2011

Un incentivo economico a guardare la pubblicità: è quello che
offre da oggi Facebook ai consumatori con il programma Facebook
Credits e che riguarda alcuni spot che gireranno su specifiche
pagine del sito; i crediti potranno poi essere utilizzati per
acquistare articoli su Facebook Deals, il nuovo servizio del social
network che offre ogni giorno offerte scontate, sul modello del
rivale Groupon.

Si tratta insomma di un programma che cerca di portare vantaggi a
tutte le parti interessate: inserzionisti, utenti e, naturalmente,
Facebook – anche se l’incentivo non è enorme, perché, almeno
all’inizio, uno spot in media produrrà un solo credito del
valore di 10 centesimi.

Le ads si troveranno per la maggior parte nei giochi: CrowdStar,
Digital Chocolate e Zynga sono tra gli editori di games che
partecipano al programma. Come società di advertising, Facebook
sta lavorando con Sharethrough, SocialVibe, Epic Media e
SupersonicAds, mentre TrialPay fornirà la parte di analytics.

Dan Greenberg, Ceo di Sharethrough, afferma che il programma di
Facebook è importante perché rappresenta “un allontanamento
dall’advertising che interrompe l’esperienza dell’utente”.
Greenberg, tra i cui clienti ci sono Microsoft e Nestle, spiega che
il suo network non offrirà pubblicità tradizionale, ma “branded
entertainment”, che i consumatori non solo vorranno guardare, ma
anche condividere con gli amici. Ma Incentivare gli utenti a
visionare le ads è importante anche per il modello di business di
Facebook, che finora registra tassi di click-through piuttosto
bassi per i suoi banner.