Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

General Atlantic pronta a entrare in Facebook

La società di investimento si candida per rilevare lo 0,1% del social network. L’offerta fa salire del 30% la valorizzazione della società che balza a 65 miliardi di dollari

04 Mar 2011

La società d'investimento General Atlantic sarebbe in
trattative per rilevare lo 0,1% di Facebook, in un accordo che
attribuirebbe al primo social network del mondo un valore di 65
miliardi di dollari, una stima superiore del 30% rispetto
all’ultimo investimento di gennaio. A dare la notizia
l’emittente Usa Cnbc. “La società di private equity (che
gestisce un patrimonio di 17 miliardi di dollari ndr) – scrive
l'emittente sul suo sito web – avrebbe già raggiunto un
accordo con alcuni azionisti di Facebook, ex dipendenti, che
avrebbero acconsentito a vendere circa 2,5 milioni di
azioni”.

L’ultimo investimento in Facebook risale a gennaio di
quest’anno, quando Goldman Sachs e Digital Sky Technologies hanno
investito nel social network 1,5 miliardi di dollari, raggiungendo
una valutazione di 50 miliardi di dollari.

L’operazione pone di nuovo sotto i riflettori la questione di un
eventuale conflitto di interesse nella compravendita di titoli di
aziende non quotate, ma in forte crescita sui mercati secondari,
tra cui spiaccano appunto Facebook e Twitter. “Una questione –
scrive il Wall Street Journal – su cui la Sec (Securities and
Exchange Commission) sta indagando”. Nel mirino dell’Autorità
di Borsa sono finite le contrattazioni private, soprattutto da
quando Goldman Sachs ha investito in Facebook per creare una
“società veicolo” che consente ai suoi clienti di investire
indirettamente nel social network. Il 25 gennaio il titolo di
Facebook scambiato sul mercato grigio ha raggiunto la quotazione
implicita di 76 miliardi di dollari .