Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Google corteggia Hollywood per rifare il look di YouTube

Pressing sull’industria del cinema per pubblicizzare i nuovi canali tematici del sito di file sharing

28 Mar 2011

Google sta cercando di rafforzare le proprie relazioni con
Hollywood, arruolando star per la fornitura di contenuti originali
per YouTube nel tentativo di aumentarne i profitti e
l'interesse dei consumatori. Lo riporta il Financial Times,
sottolineando che Google avrebbe avviato contatti con le maggiori
agenzie di Hollywood, illustrando il proprio piano per creare una
rete di canali su specifici temi, come la cucina e i videogame.

Nell'incontrare la Creative Artists Agency, l'International
Creative Management, la United Talent Agency e William Morris
Endeavor Entertainment, ovvero le agenzie che rappresentano le
maggiori star di Hollywood, Google ha espresso il desiderio di
aggiungere a YouTube contenuti originali e più professionali,
senza comunque cambiarne la natura.

Obiettivo, cercare di incrementare profitti e utenti. Dopo aver
fatturato 825 milioni di dollari nel 2010, secondo gli analisti di
Citigroup, Google potrebbe arrivare a generare 1,3 miliardi di
dollari nel 2011.

Secondo il Financial Times, a fronte di ricavi pubblicitari, le
stelle del cinema presterebbero il loro nome a questi canali
tematici. Non è chiaro quanti attori e attrici abbiano aderito
all'iniziativa, né quali società di produzione abbiano
sottoscritto l'accordo.

Di certo c'è il fatto che la società di Mountain View ha
fatto il giro delle agenzie dei più popolari nomi di Hollywood;
ma, da parte sua, ha rifiutato di commentare le indiscrezioni.

Il timore più grande espresso in queste ore, però, riguarda la
possibilità che YouTube, piattaforma capace di generare oltre 2
miliardi di visualizzazioni al giorno, possa allontanarsi dalle sue
origini di sito di video-sharing con contenuti generati dagli
utenti. Persone informate dei fatti rassicurano che non è
così.

"Nonostante la crescita dei telespettatori, YouTube sta ancora
lottando per monetizzare in modo significativo – riferiscono le
fonti – e sta cercando di professionalizzare i contenuti per
ottenere l'attenzione di Madison Avenue", strada di New
York in cui hanno sede tutte le più importanti agenzie
pubblicitarie americane.

E sta cercando di farlo grazie a questi accordi con Hollywood.

Nel frattempo, l'altro grande social network, Facebook, non sta
a guardare: Mark Zuckerberg, infatti, ha di recente firmato un
contratto con la Warner Bros per rendere disponibile 'Il
Cavaliere Oscuro' in noleggio ai propri utenti.

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link