Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Google News, arriva a Mountain View l’indagine dell’Antitrust

L’Authority italiana ha deciso di estendere l’istruttoria per possibile abuso di posizione dominante aperta nei confronti di Google Italy anche alla capogruppo statunitense

04 Set 2009

La questione Google News sbarca oltreoceano. L’Autorità Garante
della Concorrenza e del Mercato ha deciso infatti di estendere
l’istruttoria, avviata il 26 agosto scorso nei confronti di
Google Italy per possibile abuso di posizione dominante
relativamente al servizio di notizie, anche alla capogruppo
statunitense Google Inc., con sede in Mountain View, California.
“In base agli accertamenti ispettivi effettuati dall’Autorità
e alla documentazione acquisita, risulta infatti che la gestione
del servizio Google News Italia sia effettuata dalla società
Google Inc.", precisa il comunicato dell’Authority.

L’istruttoria nei confronti di Google Italiy era stata avviata
dall’Antitrust alla luce di una segnalazione della Fieg
(Federazione italiana editori) secondo cui “il servizio news di
Google aggrega, indicizza e visualizza parzialmente notizie
pubblicate da molti editori italiani attivi online – rimarcava la
Federazione -. Google News Italia, utilizzando parzialmente il
prodotto dei singoli editori online, avrebbe un impatto negativo
sulla capacità degli editori online di attrarre utenti ed
investimenti pubblicitari sulle proprie home page. Gli editori
italiani, che non ottengono alcuna forma di remunerazione diretta
per l'utilizzo dei propri contenuti su Google News, non
avrebbero inoltre la possibilità di scegliere se includere o meno
le notizie pubblicate sui propri siti internet sul portale
stesso”.

La risposta di Google Italy non si era fatta attendere. Per bocca
di un portavoce l'azienda aveva sottolineato che "Google
News è un servizio che porta traffico e utenti ai siti dei
giornali''.
Vedremo cosa risponderà, ora, il quartier generale di Google alle
obiezioni dell'Antitrust italiano.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link