Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Il Ceo di Twitter: “Nessuna avance da Google”

Mobile world congress, il numero uno dell’azienda dei “cinguettii” mette a tacere le voci sull’ipotesi di acquisizione

16 Feb 2011

Twitter infonde nuova vita al business della tv in diretta: gli
spettatori che sono anche utenti del popolare servizio di
microblogging sempre più spesso usano i Tweets per commentare
programmi ed eventi nel corso stesso della loro messa in onda,
secondo il Ceo Dick Costolo.

Il numero uno di Twitter, che ha parlato nell’ambito del Mobile
world congress di Barcellona, ha rivelato che alla fine
dell’ultimo Super Bowl il traffico su Twitter era salito a 4.000
tweets al secondo. "Twitter fornisce un contesto sociale alla
tv in diretta", ha detto Costolo. "Nel momento stesso in
cui si guardano i programmi, si interagisce con gli altri”.

Un altro esempio citato da Costolo: il canale americano Hbo ha
registrato un forte aumento degli spettatori per il film “Private
Parts”, dopo che una delle star dello stesso film, Howard Stern,
aveva fornito un commento via Twitter. "Twitter fornisce un
secondo schermo alla tv interattiva”, ha affermato il Ceo.

Ma il successo di Twitter si traduce in revenues? Costolo ha
risposto allo scetticismo di alcuni analisti affermando che
"Twitter sta già facendo soldi". Come? La società ha
tre modi in cui monetizza il servizio: i promoted trends, i
promoted tweets e i promoted accounts. “Sono tutti sistemi che
generano cash”, ha detto Costolo; “l’unico nostro errore è
stato non sfruttare il boom del traffico assumendo più personale e
scalando il business di pari passo”.

Un’economia di scala che potrebbe forse arrivare con
l’acquisizione da parte di un big, magari Google? Costolo ha
recisamente respinto le indiscrezioni che parlavano di un interesse
di Mountain View per la società del microblogging come
“rumors” infondati. L’agenzia di stampa Reuters riferiva tra
l’altro che Google avrebbe valutato Twitter 10 miliardi di
dollari. A Barcellona Costolo ha liquidato la domanda sulla
possibilità che il colosso della ricerca spenda una tale cifra con
un secco: "Non so chi metta in giro queste voci…”.