Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

La rivoluzione di Zuckerberg. Ora Facebook racconta la tua vita

Il ceo del social network presenta “Timeline”: le pagine personali diventano una “cronologia dell’esistenza” e si arricchiscono con musica, film e notizie. “E’ la cosa più innovativa mai vista sul Web”

23 Set 2011

“La cosa più innovativa mai vista sul Web”. Con queste parole
Mark Zuckerberg, fondatore e Ceo di Facebook, ha presentato
Timeline, la nuova funzionalità di Facebook in occasione dell’F8
di San Francisco, l’evento dedicato agli sviluppatori.

"E' uno sguardo profondo alla storia della tua vita sul
social network – ha puntualizzato – e farà diventare la pagina di
Fb di ognuno di noi, un vero e proprio personale sito web. I grandi
eventi che riguardano il singolo utente saranno nella parte
centrale della pagina, mentre lateralmente ci sarà spazio per
colonne con eventi collaterali e altre attività, inoltre sarà
possibile raggruppare le attività in sezioni differenti".

L'ex ragazzo prodigio ha spiegato come funzionerà
concretamente il nuovo processo. "Fino ad oggi qualsiasi nuova
attività entrava a far parte della pagina home che mostra tutte le
attività del gruppo di amici. D'ora in poi invece, per ogni
nuova attività questa andrà immediatamente a far parte di
Timeline, ma non entrerà nella pagina delle attività degli amici
a meno che non si decida di farlo, che sia ascoltare una canzone,
vedere un film o cucinare la cena".

"Per fare in modo che la Timeline funzioni, serve una nuova
categoria di applicazioni – ha spiegato Zuckerberg – E per questo
lanciamo un nuovo open graph". Dal semplice tasto like a una
molteplicità di modi di interagire con i contenuti presenti in
rete, soprattutto i media come i film, la musica e i giochi.

Un esempio della "rivoluzione" targata Facebook riguarda
le app musicali.  Grazie alla collaborazione con alcuni siti e
applicazioni dedicate all'ascolto della musica (tra cui
Spotify, Rdio, Deezer), sarà possibile scoprire quale musica
stanno ascoltando i propri amici e ascoltarle con loro. Stesso
funizionamento anche per  i fil e le serie tv, grazie alle
partnership con Netflix e Hulu. " "Sarà come fare un
party davanti alla televisione del proprio appartamento", ha
sottolineato Zuckerberg.

Numerose anche le applicazioni che connetteranno direttamente il
proprio smartphone con l'account di Facebook. "Con Nike –
continua Zuckerberg – è stato creata un'applicazione che
permetterà di aggiornare la propria attività di corsa. Quante
miglia ho corso, che percorso ho fatto, i goal e gli obiettivi.
Alla fine di un anno avrò il quadro completo della mia attività
fisica e del mio allenamento".

Un'altra applicazione che ha entusiasmato Zuckerberg riguarda
il cibo, con la possibilità di postare in tempo reale dal proprio
smartphone, ristoranti, esperienze culinarie e ricette.

Se prima Facebook era una bacheca, una piazza virtuale in cui
incontrare gli amici, "ora diventerà sempre di più una
finestra sul mondo intero" , ha concluso Zuckreberg. Con buona
pace di chi teme per l'invasione della propria privacy. In
fondo essere un utente di Facebook non è obbligatorio.